L’oro verde di Cori protagonista del fine settimana lepino


UN MOMENTO DELLA PREMIAZIONE FINALEL’oro verde di Cori protagonista del fine settimana lepino con la manifestazione ‘Cori: dell’Olio e delle Olive’, organizzata dall’Amministrazione comunale del Sindaco Tommaso Conti, in particolare dall’Ass.re alle Attività Produttive Mauro De Lillis, il Delegato alla Promozione del Territorio Paolo Centra e la Delegata all’Agricoltura Sabrina Pistilli, insieme all’Associazione Capol presieduta da Luigi Centauri e la collaborazione della Pro Loco Cori. È stata una tre giorni di vetrina promozionale del territorio e delle sue attività produttive, a cominciare dall’olivicoltura locale e dai suoi oli extravergine di oliva di qualità, secolare vocazione agricola corese, abbracciando le altre eccellenze vitivinicole ed agroalimentari. Il tutto inserito nella suggestiva cornice culturale e storico-monumentale che solo una città d’Arte come Cori può offrire.
Nel programma convegni di altissimo spessore, con la partecipazione dell’Aspol e della LILT di Latina; la presentazione del sito ufficiale del turismo della Città di Cori (http://www.scoprirecori.it/), voluto e finanziato dal Comune e realizzato da giovani coresi; del video ‘Destinazione Lepini’, curato dalla Compagnia dei Lepini, e dello Sportello informativo Olio DOP Colline Pontine nell’ambito del progetto regionale ‘Lazio, Terre dell’Olio’. Non è mancato il folklore della bandiera con gli Sbandieratori di Cori (Contrade, Rioni, Leone Rampante) e le visite guidate al Museo della Città e del Territorio a cura dell’Associazione culturale Arcadia. I Cooking Show curati da Burro&Bollicine e dai ristoratori (Settecamini, Taverna dei Golosi, Da Checco) con le degustazioni dei piatti e dei prodotti tipici messi a disposizione dai produttori (Le Bontà di Fabrizio Nardi, azienda agricola Giordani e Fontana, panificio Pistilli Angela) e dalle cantine (Carpineti, Cincinnato e Pietra Pinta). Apprezzatissimo l’incontro culinario tra il Nero Buono di Cori e l’olio E.V.O. della cultivar autoctona Itrana.
Nel gran finale dell’Immacolata sono stati premiati gli oli finalisti del 3° Concorso ‘L’Olio delle Colline a Cori’ e del 1° Concorso ‘I consumatori premiano l’olio dei produttori coresi’ e consegnati gli attestati alle aziende olivicole ed olearie partecipanti, che nel primo caso hanno raggiunto le 70 adesioni. Cimini Coriolano, l’azienda Rossi srl e Cucchiarelli Maria sono i primi tre classificati del 3° Concorso ‘L’Olio delle Colline a Cori’, secondo il giudizio della giuria di consumatori e assaggiatori professionisti del Panel Capol guidati dall’esperto internazionale Giulio Scatolini, che insieme ai giornalisti hanno assegnato anche il premio della critica al Frantoio Appetito e alla Cooperativa Agricola Cincinnato. Hanno invece vinto il 1° Concorso ‘I consumatori premiano l’olio dei produttori coresi’: l’Azienda Agricola “ODISSEO” di Caratelli Stelvio, l’Azienda Agricola “I LORI” di Sturno Tiziana e “IMPERVIO” di D’Elia Dante e Benecchi Ilaria.
L’evento riuscito conferma che Cori e i Lepini sono un centro ad alto richiamo turistico. “La tutela del territorio attraverso la promozione dei suoi prodotti e la valorizzazione dei suoi beni artistici e architettonici, hanno rappresentato e rappresentano in modo imprescindibile il cuore della nostra azione amministrativa – commentano Conti, De Lillis, Centra e Pistilli – l’iniziativa ‘Cori dell’Olio e delle Olive’ si è inserita all’interno di questo quadro con la speranza di aver lasciato un messaggio ben preciso: lo sviluppo economico e sociale del paese non può che venire dalle nostre Bellezze: territorio, prodotti, cultura”.