Logistica del farmaco: cos’è indispensabile?


Occuparsi della logistica del farmaco richiede una serie di misure di conservazione tanto efficaci quanto indispensabili.

Trasportare farmaci vuol dire rifornire in maniera rapida e sicura farmacie, privati e punti vendita. Ma c’è anche un terzo aspetto del trasporto da tenere a mente, forse il più importante, ossia la corretta conservazione dei medicinali: spesso il viaggio che i prodotti compiono può essere molto lungo e caratterizzato da cambiamenti di condizioni esterne, il che potrebbe compromettere la loro efficacia.
Per evitare che uno scorretto metodo di trasporto si trasformi in una minaccia per la salute dei pazienti e, quindi, in un grosso danno economico per il trasportatore, ecco i principali aspetti da considerare sul rapporto tra farmaci e ambienti esterni.

Conservazione della temperatura

Questo è probabilmente l’aspetto più importante, dal momento che il cambiamento nei farmaci termosensibili può essere davvero significativo: il rischio non è solamente quello che il farmaco diventi inefficace, ma addirittura pericoloso, dal momento che la composizione di alcuni medicinali antibiotici, una volta esposta eccessivamente al calore, può causare danni agli organi interni.
Per questo motivo è sempre bene trasportare i prodotti all’interno di contenitori in grado di mantenere la temperatura a + per almeno 72 ore, tempo più che sufficiente per superare la fase di trasporto.

Riparo dalla luce

Non solo il calore, ma anche la luce (che a sua volta genera calore) rappresenta una minaccia per la sicurezza dei farmaci, specialmente quelli fotosensibili. È quindi importante, qualora si trasportasse questo tipo di prodotti, assicurarsi che essi non siano mai esposti alla luce del sole: per fare questo basta usufruire di contenitori sigillati.

Imprevisti nel percorso

Spesso, per avere una maggiore sicurezza, si utilizzano mezzi di trasporto refrigerati. Tuttavia, questi veicoli, o il sistema refrigerante al loro interno, potrebbe subire un guasto o essere malfunzionante. Per essere preparati anche a questo tipo di imprevisti, monitorare la temperatura del veicolo è l’idea migliore: controllando eventuali sbalzi è possibile intervenire tempestivamente e prevenire eventuali danni. L’ideale, in questo caso, è l’installazione di sistemi di monitoraggio della temperatura, come data logger e mappature termiche.

Affidarsi ai professionisti della logistica del farmaco

Un’azienda di trasporti, per quanto esperta e competente, che si trova per la prima volta a dover gestire un carico farmaceutico potrebbe non disporre dei giusti mezzi, sia materiali che logistici, per garantire la sicurezza della merce. In questo caso è sempre raccomandabile affidarsi alla consulenza di chi è specializzato nella logistica del farmaco: oltre agli strumenti indicati in precedenza, infatti, queste aziende sono in grado di fornire servizi utili anche per il miglioramento di ogni aspetto del trasporto, dal tragitto allo stoccaggio.