Lettera motivazionale inglese, i punti principali da rispettare


Tante persone credono che redigere una lettera di presentazione in inglese sia estrapolare parti di curricula, trasformarli in frasi di senso compiuto e presentare il documento. Non c’è nulla di peggio che diffondere una lettera motivazionale inglese scorretta dal punto di vista ortografico, grammaticale e totalmente sbagliata nei contenuti. Lo scopo principale di questa lettera particolare è anticipare il CV presentando il candidato. Le sue origini sono sconosciute, ma si presume che sia una consuetudine nata con il boom economico: tante persone che cercavano lavoro e si è escogitato un sistema per effettuare le prime scremature. La lettera di accompagnamento è il documento che accompagna il curricula e deve colpire positivamente per ottenere un colloquio. E’ una lettera che si può personalizzare molto, a differenza dei curriculum che hanno regole e moduli precisi da seguire.

Dritte per una lettera motivazionale inglese perfetta

Niente preoccupazioni, scrivere una lettera di presentazione in inglese è semplice. Basta solamente tenere a mente le cose da scrivere e da non scrivere per nessun motivo. Prima di tutto, è bene redigere una lettera di accompagnamento al computer. La scrittura a mano piò essere una trovata originale, ma si tratta di un rapporto di lavoro e non riguarda la sfera affettiva. Pertanto, è meglio scrivere la lettera di accompagnamento in inglese con la tastiera e non con la penna, scegliendo un font semplice e leggibile. E’ consuetudine presentarsi usando la prima persona. Nel caso del selezionatore, nel dubbio, rivolgersi a lui scrivendo “Dottor/Dottoressa” e dandogli del Lei. Inserire alla fine data e firma in originale, specificando che in allegato alla lettera motivazionale in inglese si può trovare il curriculum. Il contenuto di una lettera di accompagnamento in lingua anglofona deve essere breve e conciso. Bisogna indicare il perché della candidatura e la volontà di approfondire, mediante colloquio, l’eventuale opportunità di lavoro. Sforzarsi di scrivere i propri punti di forza e caratteristiche che possono essere fondamentali (disponibilità a viaggiare, flessibilità, ecc.). Mai dimenticarsi di citare la fonte dell’offerta di lavoro (annuncio Internet, collocamento, ecc.) e di inserire i propri dati e quelli dell’azienda in maniera corretta. In caso di candidatura spontanea, bisogna intestarla all’attenzione del Responsabile Selezioni dell’Ufficio del Personale.