Le soluzioni cloud ibride potrebbe rilanciare il mercato


Il modello ibrido tra privati e pubblici potrebbe portare più sicurezza alle soluzioni cloud e renderle maggiormente in voga tra le aziende.

La sicurezza prima di tutto, specialmente sul Web: questo è quello al quale pensa circa il 35% delle aziende intervistate da Verizon in un report sullo sviluppo dell’IT ibrido. La protezione risulta essere un priorità (anzi, LA priorità), nonché il principale motivo che frena gli imprenditori nell’adozione delle soluzioni cloud, seguita dalla necessità di integrazione con gli altri sistemi e dall’utilizzo di sistemi diversi.

In che modo, allora, il mix fra sistemi privati, pubblici e altri tipi di data server può dare un mano al mercato a raggiungere anche quei potenziali clienti, così interessati, eppure ancora così poco convinti?

Soluzioni cloud per proteggere l’investimento e migliorare le prestazioni

Affidandosi all’outsourcing per quel che riguarda la gestione dei sistemi aziendali, gli intervistati hanno ottenuto un miglioramento nei processi di risposta alle richieste commerciali (67%), nell’adattamento ai nuovi meccanismi tecnologici (72%), ma anche una migliore business continuity, così come la riduzione del costo totale di proprietà.

Maggiore fluidità delle applicazioni, più sicurezza per propri dati e quelli dei clienti, continui aggiornamenti e costi minori: secondo l’indagine, tutti questi vantaggi derivano principalmente dalla collaborazione tra server diversi.

Adottare il cloud ibrido

Il modello ibrido ha quindi delle grandi potenzialità, le quali, per essere sfruttate appieno, richiedono un grande lavoro di cooperazione e coordinazione tra l’azienda cliente e il fornitore di servizi. La scelta del servizio di cloud diventa perciò fondamentale.

Un esempio di scelta ideale potrebbe essere First Point Srl, azienda di Fidenza specializzata in soluzioni cloud e, cosa più importante, è business Partner di Cloud Italia, il primo operatore italiano di servizi integrati per telecomunicazioni e cloud per le imprese. Grazie a questa collaborazione, l’azienda è in grado di fornire servizi ad hoc per ogni realtà, con maggiore attenzione alle caratteristiche di ogni cliente e con un servizio clienti molto più funzionale, perfetto per quel grado di inter-connettività richiesto dal modello ibrido.