Le sedute direzionali e le sedute operative


Stare comodi in ufficio è un diritto

Assumere una postura corretta quando si lavora è un diritto sia per i datori di lavoro e sia per gli impiegati.
Davanti ad un computer si tende ad assumere una posizione scorretta se le sedute direzionali non hanno le caratteristiche specifiche della sedia per ufficio e ciò non fa certamente bene alla colonna vertebrale che ne risente altamente nel corso degli anni.
Le sedute comode e confortevoli sono necessarie, perché provviste di una serie di accorgimenti che migliorano non solo l’umore giornaliero ma permettono agli impiegati e allo stesso datore di lavoro di produrre positivamente nel contesto lavorativo.
Se la sedia non è adatta, i muscoli si irrigidiscono e stare seduti per troppe ore al giorno diventa un vero e proprio problema.
Di conseguenza, la persona si sposta dalla sua postazione cercando di lenire i dolori camminando o facendo qualche movimento con le braccia per distendersi e rilassarsi.
Tutto ciò va a discapito delle funzioni lavorative ed un buon impresario dovrebbe comprendere che le sedute ergonomiche sono una scelta indispensabile per se stesso e per i suoi collaboratori.

Le caratteristiche delle sedie da ufficio

Tutte le sedie da ufficio devono avere caratteristiche specifiche che le distinguono dalle normali sedie e quella principale è la traslazione del busto.
Le sedute girevoli sono le migliori perché consentono di spostarsi da un punto all’altro della stanza senza doversi necessariamente alzare.
Lo stesso vale per le sedute direzionali perché anche un manager potrebbe avere l’esigenza di dover prendere un documento da un contenitore o da una libreria e le sedia per ufficio consente di muoversi con un semplice movimento del bacino e spingendo i piedi sul pavimento.
Naturalmente, ogni sedia d’ufficio che si rispetti, deve essere ergonomica e deve regolarsi a seconda della fisionomia dell’utilizzatore per preservare la colonna vertebrale.
L’inclinazione dello schienale è una delle caratteristiche che bisogna tener presente poiché lo schienale deve rispettare la posizione che si sceglie di assumere durante le ore lavorative.
La curva naturale della schiena trova un sostegno ideale anche in periodi molto prolungati e la sedia deve avere la possibilità di regolazione sia per quanto riguarda l’angolazione che l’altezza, con dei meccanismi appositi che blocchino lo schienale quando si raggiunge la posizione più confortevole.

Imbottitura comoda e di design

L’imbottitura delle sedute da ufficio si può scegliere a seconda dell’arredamento presente ed il web offre svariate proposte sia per arredamenti in stile classico che per quelli moderni, minimali o futuristici.
Tuttavia, sia se si tratti di imbottitura in stoffa sia se si preferisce in simil pelle, essa non deve sacrificare la persona che la usa anzi, le forme del corpo devono essere adeguatamente accolte, grazie anche a telai solidi e resistenti che sostengono correttamente i lombi.
Inoltre, l’imbottitura deve essere altamente traspirante, cosa che si può ottenere solamente con tessuti permeabili ed è consigliabile non scegliere vera pelle o cuoio, perché specialmente coloro che usano le sedute direzionali per un tempo prolungato hanno bisogno di una sedia per ufficio traspirante e dagli ottimi standard qualitativi.