Le lavastoviglie connesse


Ultimamente le lavastoviglie stanno diventando sempre più smart. Questo significa che l’IOT (Internet of things, cioè l’internet delle cose) sta prendendo piede anche in questo settore.

I cambiamenti possibili e le praticità sono molte. Si inizia dal semplice sapere a che punto è il lavaggio della nostra lavastoviglie, fino a monitorare i costi, i consumi e i benefici che questo ellettrodomestico ci sta portando.

Uno dei vantaggi che apprezzeremo sicuramente è la possibilità di avviare e gestire la nostra lavastoviglie dallo smartphone, quindi da un’interfaccia più semplice che conosciamo ed usiamo ogni giorno.

Un lavastoviglie dura tanto se viene trattata con cura e viene effettuata la corretta manutenzione.

Ad esempio è necessario pulire i filtri anche se vengono definiti autopulenti, questa operazione deve essere fatta ogni mese o due ed è sempre meglio fare un lavaggio a vuoto ad alta temperatura con dei prodotti adeguati per tenere tutto ben pulito in questo modo potevo anche evitare di chiamare il tecnico per effettuare questa semplice operazione.

Come è logico aspettarsi una lavastoviglie non utilizzata si rovina, come dice il famoso detto, infatti è molto meglio non lasciarla inutilizzata per molto tempo e usarla in maniera regolare. Qualora ci fosse necessità di non utilizzare la lavastoviglie è sempre meglio fare qualche lavaggio anche a vuoto una volta alla settimana.