L’atteggiamento mentale per riuscire nel network marketing


Questo è il 2 ° di una serie di articoli dedicati a ” come usare la neuro-plasticità per avere successo nel nel network marketing “.

Se non l’hai ancora fato ti consiglio di leggere rapidamente la parte introduttiva  per capire il concetto.
Dunque riprendiamo il caso di Marco
Ecco Marco decide di intraprendere una attività di network marketing nello scopo di cambiare vita…
Inizia con tanto entusiasmo nelle prime settimane, la sua eccitazione è alle stelle.

1) Comportamenti di perdente che suscitano il fallimento

Ma naturalmente come tutto ciò che ascende  calerà. Passa alla seconda fase dal procedimento di auto-realizzazione: la cui fase dove appariscono le difficoltà . La sua eccitazione dall’inizio cale pian piano e fa posto allo stress derivato di una pessimismo giustificato. Si demoralizza e perde la motivazione persino non supporta più il dolore …. alla fine STOP !       molla tutto !

L’idea di potere sempre affrontare una sfida per risolvere un problema lo fa impazzire. Marco non si sente all’altezza : ha sviluppato fin qui una scarsa fiducia e una pessima immagine di lui stesso. Non è abituato a ragionare in questi termini

businesspeople and 3d stair abstract background

Ricordo che si è coinvolto in questa attività sperando di potere stravolgere la sua vita della notte alla mattina seguente

Marco non sapeva che la stragrande parte dal lavoro da eseguire inizia con la consapevolezza di conoscere se stesso, invece cercava qualcosa fuori di esso, cercava la lampadina d’Aladino altrove

Si compra la speranza di un sogno piuttosto a lavorare per dei risultati

Adotta un comportamento poco responsabile di fronte a suoi impegni e continua a procrastinare.
Preferisce tornare al suo vecchio lavoro che svolge in modo automatico. Perché è diventato una abitudine sua e continua rinforzare le sue convinzioni distruttive a riguardo il network marketing

2) Come reagisce la tua mente ?

Per il meccanismo psico-cibernetico tutto questo è normalissimo, Marco vive in armonia alla programmazione, alle sue convinzioni
A un certo punto  Marco si sente meglio vivere la vita di insoddisfazione piuttosto provare nuove esperienze. Non ha il coraggio di andare oltre per cambiare la sua vita.
Better the devil you know that the devil you don’t” detto inglese
Preferisci meglio vivere una situazione di insoddisfazione che conosci piuttosto di provare una nuova esperienza

Il meccanismo psico-cibernetico viglia al buon funzionamento dal comportamento corrispondente alla sua programmazione mentale. Se nota una incongruenza prima o poi lo farà ritornare alla casella dal via

Frustante ! Eh !

A questo punto mi chiederai come farà ad uscire da questo cerchio vizioso?

Una cosa è fondamentale : se Marco vuole avere successo bisogna assolutamente che cambia le sue convinzioni di fronte a se stesso. Deve acquisire più consapevolezza più fiducia e trasformare le sue credenze depotenzianti con nuove potenzianti e costruttive che soddisfino i suoi obiettivi

Per via della ripetizione il processo farà crescere connessioni neurali dal cervello in modo che  diventino convinzioni predominanti .
E lì che entra in gioco il principio di riprogrammazione neuronale per il suo successo

  • Il subconscio non si preoccupa se la tua credenza è vera o no . Se è programmato per seguire questa convinzione, egli sarà in linea con essa
  • Il subconscio ragiona al presente e si riprogramma delle esperienze vissute a traverso i tuoi sensi.  Accetta più facilmente una informazione alimentata di  forte emozioni che una di natura fredda e distaccata
  • Egli non pensa al passato, tanto meno il futuro. (Mentre la tua mente cosciente può farlo).

Ed è lì avviene il bello !!!
A questo punto il futuro della tua vita si gioca nelle tue mani. Perché ?

3) Processo verso il cambiamento

Semplicemente puoi decider consapevolmente di agire
Con la tua mente cosciente: puoi creare immagini , mettere l’emozione , ricordare il passato , contemplare il futuro -Insomma puoi creare una nuova visione di te stesso a partire dal scenario dai tuoi pensieri

Devi creare una identità forte che ti rappresenta ed implementare nel suo subconscio

Vediamo un po come funziona

Immagini il tuo “backgroud” subconscio allo sfondo di te sesso, vivi tutti giorni delle esperienze con i tuoi sensi.

Ti provano risentimenti e farti generare emozioni, poi il tuo subconscio se ne serve  per programmarsi e riprogrammarsi
Cosi grazia alla visualizzazione creatrice TE STESSO crei i tuoi risentimenti e le tue emozioni su ciò che vuoi essere, fare o avere veramente
Per quanto riguarda Marco per riprogrammare la sua mente deve immaginare , contemplare di
– acquisire più fiducia in se stesso
– di immedesimarsi al leader che vuole essere
– di contemplare di avere tutto il tempo, le relazioni , la gioa di intraprendere questa attività con successo

Si deve comportarsi come se fosse un attore che deve assumere un nuovo ruolo in un film al cinema, mettendosi il massimo di emozioni
Cosi facendo con costanza si cristallizza un pensiero, una nuova credenza, una convinzione nel suo subconscio
Naturalmente il subconscio non si preoccupa che sia fittizio o vero e quindi comincia ad abituarsi e si riprogramma. Sviluppa nuove connessioni neuronali inerente al suo obiettivo

PS : Per meglio ancorare queste nuove credenze e richiesto maggiore coinvolgimento dei sensi perché il subconscio risponde più rapidamente da pensieri impietriti di emozioni che quelli freddi e distaccati

Prima di approfondire la tecnica di riprogrammazione  mi soffermerò un attimo nella parte 4 .

Sarà molto utile per identificare elementi distruttivi che ti possono creare ostacoli per il raggiungimento della tua meta.

Leggi i  primi articoli da questo stesso argomento

  • Come puoi usare la neuro-plasticità per aver successo nel network marketing( 1)
  • Come puoi usare la neuro-plasticità per aver successo nel network marketing( 2)

Il tuo sapere è potere

Al tuo successo !

Magueye