L’arredamento ufficio e lo stile


Lo stile personale è qualcosa che deve rimanere unico nell’arredamento ufficio perché è da questo che si evince il carattere di chi deve vivere in quello spazio lavorativo.
Nulla deve essere lasciato al caso nella scelta dell’arredo perché è come se si stesse arredando un appartamento.
Ci vuole impegno, passione, particolare cura nella scelta di arredi funzionali ed ergonomici e scrupolo anche nell’abbinamento dei tessuti e dei colori.
Ogni elemento deve entrare in sintonia con l’altro perché se si vuole dare una significativa immagine aziendale, ogni cosa deve essere posizionata al posto giusto e con il dovuto buon senso.
E’ chiaro che anche il personale dovrà usufruire dei benefici che apporta un arredamento ufficio ben disposto e grazie ai colori rilassanti e ai mobili comodi e fruibili, la produttività aziendale migliorerà a beneficio del gestore.
Se si tratta di uffici di una struttura ricettiva aperta al pubblico, l’impatto sarà ulteriormente eclatante e niente e nessuno potrà turbare quell’atmosfera professionale, ma nello stesso tempo familiare che si viene a creare in quella realtà lavorativa.

Uffici accoglienti e professionali

Quando si decide di arredare un ufficio bisogna pensare al tono che si vuole regalare all’ambiente.
La professionalità deve essere il fulcro di ogni realtà imprenditoriale ma c’è chi decide di arredare l’ufficio in maniera fredda mentre c’è chi propende per ambienti dinamici e più familiari.
Il fattore principale è dare un senso di accoglienza all’ambiente anche se si sceglie un arredamento ufficio più impersonale ed asettico.
Gli arredi in metallo per esempio, appaiono funzionali ma quasi freddi e per ingentilire l’ambiente, bastano degli accorgimenti particolari come qualche angolo verde, il posizionamento di quadri o stampe fotografiche alle pareti o tendaggi che minimizzano la freddezza di mobili funzionali ma dall’aspetto impersonale.
Le poltrone possono essere scelte in tessuto traspirante colorato al posto della pelle nera che anche essendo molto pregiata, non offre calore visivo ma è più adatta a studi di affermati professionisti che desiderano volutamente ricreare un’atmosfera austera.

Un occhio particolare alle illuminazioni

Anche l’illuminazione fa parte dell’arredo ed è un elemento di estrema importanza non solo come luce nella fattispecie ma anche come decorazione.
I faretti con luci direzionali mirate sono l’ideale in quegli uffici dinamici dove vi sono mobili asimmetrici e giovanili mentre la luce bianca di un lampadario o di una lampada da scrivania risulta idonea in quegli uffici dove si esige una certa severità e dove predominano i mobili e le scrivanie in legno scuro classico.
Se si deve arredare un ufficio con diverse postazioni di lavoro, è preferibile collocare su ogni scrivania, delle lampade in vetro colorate con luci calde e piacevoli per i momenti di concentrazione.
Sono piccoli particolari che anche se apparentemente di poco rilievo, fanno la differenza nell’arredamento ufficio.