La celiachia: Questa sconosciuta e temuta patologia


Ogni giorno sia che si accenda la tv, si apra un giornale da sfogliare, si navighi su internet l’argomento celiachia è spesso menzionato e dibattuto. Non si fa in tempo di leggere articoli e guide sui come riconoscere i sintomi della celiachia e quale rimedio sia ottimo per i celiaci, che scorrendo la pagina web ci si accorgerà di post spammati da persone che cercano non di dare informazione su sintomatologia, diagnosi e cure della celiachia, ma che fanno la classica caccia alle streghe cercando solo di informare le persone che la causa è l’indotto che fa business intorno a tale patologia.

Tutta questa contrapposizione non fa altro che aumentare il livello di paura nelle persone perchè si contribuisce a rendere sconosciuta la celiachia ai più, mentre basterebbe semplicemente informare la popolazione su quali siano sintomi e rimedi per far abbassare il livello di allarme e di interesse.

Ciò non avviene a mio avviso perchè chi pratica la classica caccia alle streghe, in realtà nel 90% dei casi non ha il minimo interesse nel fare dietrologia e individuare il colpevole che ha fatto si che si proliferasse la celiachia, ma ha l’esclusivo interesse economico di piazzare sul mercato altri tipi di prodotti per guadagnare.

Una tra le tante risorse sul web che ho visto contrapporsi all’informazione sulla celiachia, è quella avvenuta su un post all’interno di un gruppo facebook. Questo gruppo tratta acido ascorbico e di conseguenza alla comparsa di un articolo che parlava di rimedi per celiaci (ossia la dieta senza glutine), il ragazzo che condivise quel post è stato vittima di contrapposizione feroce, insulti e per poi vedersi bannato dal gruppo per non dargli modo di rispondere con la verità all’accostamento assurdo fatto nel post solo a scopo commerciale.

La celiachia porta a patologie anche molto gravi, deriva dal male assorbimento dei villi intestinali deputati all’assorbimento delle sostanze nutrienti nel nostro corpo e alla scissione di questi ultimi dalle sostanze tossiche. Di qui l’importanza di un informazione corretta e che porti a conoscere la patologia e non dunque le streghe eventuali che l’hanno fatta apparire dal nulla.