Investimenti in Oro in Aumento


Per capire l’andamento degli investimenti basta guardare l’oro tornato a risplendere sui mercati azionari come il bene rifugio per eccellenza, negli anni passati l’oro era stato dimenticato sostituito da una maggiore propensione al rischio e dalla voglia di realizzare maggiori guadagni.
Adesso l’oro è tornato ad essere l’asset class più forte e richiesta da chi investe nella finanza e da chi cerca un porto sicuro per i propri risparmi, a conferma di ciò è sufficiente guardare il suo andamento di fine trimestre, la richiesta d’oro è salita di oltre il 20%, l’andamento al rialzo più elevato se si esclude la parte finale del 2011 l’anno record che vide la valutazione oro salire fino a 1900 dollari l’oncia.
Nell’ultimo trimestre di pari passo con la richiesta è cresciuta anche la quotazione oro attestandosi su un aumento del 16%, un rialzo del prezzo su base trimestrale che non si verificava da 30 anni.
Oggi a seguire la tendenza “compro oro” non sono solo i piccoli risparmiatori che si vogliano tutelare dall’andamento incerto dei mercati azionari, ma anche i grandi investitori ufficiali dei fondi di investimento, la loro corsa a comprare oro ha fatto praticamente decollare il mercato dei derivati dell’oro, spinto dal raddoppio degli acquisti di questi importanti player del mercato azionario.
L’importante rialzo della quotazione oro in questa fase non è stata causata dai paesi che solitamente sono i più grandi compratori d’oro come: India e Cina, questo aggiunge ulteriore forza alla prospettiva che la fase di crescita perduri nel tempo, sostenuta dalla previsione anche i paesi che tradizionalmente acquistano oro torneranno presto ad acquistare il prezioso metallo giallo.
La corsa al bene rifugio spinta dall’incertezza finanziaria mondiale sta coinvolgendo anche il mercato dei diamanti da investimento, oggi i diamanti vengano percepiti dal mercato più come un bene rifugio che come un prodotto per realizzare gioielli.
Nonostante i professionisti della finanza cerchino di proporre le loro alternative, la paura da parte dei piccoli e grossi investitori tende ad avere il sopravvento sostenuta dal cattivo andamento dell’economia reale di molti paesi, anche per questo sono in molti gli analisti che prevedano un’ulteriore crescita della quotazione dell’oro anche nel proseguo dell’anno in corso.
A portare ulteriore incertezza nelle dinamiche finanziarie mondiali continua ad esserci la politica monetaria europea che sembra non avere antidoti validi per placare la crisi che continua ad attanagliare il vecchio continente, nonostante gli sforzi di immettere liquidità sui mercati della Bce la situazione appare ancora talmente incerta che i mercati azionari temano addirittura un implosione dell’euro.