Internet e aziende: lo strano rapporto

Mentre il dibattito economico è caratterizzato dall’affermazione della quarta rivoluzione industriale e l’avvento dell’internet of things, una parte non trascurabile delle aziende italiane, sul piano dell’innovazione, è ferma al palo.

Nonostante il cambiamento in atto sia letteralmente rivoluzionario, diverse realtà del nostro sistema economico faticano ad evolversi e ad accettare il cambiamento. Ancora in troppi si illudono di credere che il cambiamento sia un’opzione fra le tante possibili, e non, come invece è, un percorso obbligato che bisogna governare.


Internet e aziende: lo strano rapporto
Internet e aziende: lo strano rapporto

Uno spaccato significativo di questo scenario è offerto dai siti internet di diverse aziende – quelle che ce l’hanno – che testimoniano una sottovalutazione dell’importanza della rete.
La comunicazione e la presenza online, vengono infatti vissute dalle imprese italiane come una bandierina da piantare nello sconfinato mondo del web tralasciando però di comprenderne la reale importanza. Svariate migliaia di imprese hanno comprato il loro dominio, realizzato un sito internet ma restano pressoché sconosciute alla vasta platea dei loro potenziali clienti.

Per uscire da questa illusione, per cui è sufficiente realizzare e mettere on-line il proprio sito per essere in rete, sono necessari alcuni passaggi che facciano guardare alla rete come ad un’opportunità di crescita e non come ad un fastidioso onere da adempiere.

Se si fa proprio questo primo passaggio ci si renderà conto che su internet occorre investire risorse – finanziarie ed umane – al pari, se non di più, di quanto si faccia per le proprietà materiali della propria azienda. In questo caso è necessaria una postilla: investire su internet perché diventi un fattore di crescita non è gratuito.
Ma bisogna abbandonare in fretta l’idea sbagliata per cui troppi imprenditori si bloccano di fronte alla paura di dover spendere cifre esagerate.

Come altri settori, anche quello dei servizi internet, è un comparto dove operano numerose realtà fatte da studi di consulenza e progettazione oltre che da singoli professionisti. Basterà rapportarsi con interlocutori di questo ambito per capire che è possibile ottenere notevoli risultati con investimenti davvero accettabili.

Il mondo di internet è fatto da chi si fa trovare e chi resta per sempre nella metà più oscura e ignota della rete. Solo chi crea le condizioni per farsi trovare dai motori di ricerca è davvero presente in rete. Tutti gli altri è come se non ci fossero. Per essere visibili su internet esiste una disciplina, la SEO, ovvero la search engine optimization.

Grazie alla Seo, un sito internet viene realizzato, dalla scelta del dominio – mai affidarsi al caso o all’improvvisazione – fino alla realizzazione dei contenuti, seguendo delle regole e dei principi ben precisi stilati sulla base degli algoritmi che governano i risultati di ricerca di Google.
In questo caso si parla di salire nel ranking delle ricerche sui motori di ricerca in modo ‘naturale’.


Internet e aziende: lo strano rapporto
Internet e aziende: lo strano rapporto

In altri termini guadagnare posizioni di visibilità senza ricorrere a della campagne di advertising che possono costituire uno strumento di supporto solo in determinati casi. Illudersi di potersi affidare a delle campagne a pagamento per rendere il proprio sito visibile e quindi un’opzione di scelta per i potenziali clienti, è un errore che diverse imprese compiono. A volte, va detto, mal consigliate da improvvisati guru del web marketing carenti, con ogni probabilità, sotto il profilo delle competenze tecniche. Per capire quest’ultima circostanza è sufficiente sapere che una volta terminata la propria campagna, il sito internet, se non supportato dall’adozione degli strumenti Seo, precipiterà molto rapidamente nel ranking dei motori di ricerca, vanificando del tutto l’investimento fatto.

Sempre che, la vostra politica non sia quella di pagare Google in eterno per avere un posto elevato in graduatoria. Ma chiunque si occupa di web marketing, oltre che di impresa, sa bene che nel medio periodo questa scelta non solo non pagherebbe in termini di risultati, ma finirebbe per rivelarsi un investimento poco profittevole.

Quando si parla di siti internet e visibilità, le aziende devono essere consapevoli che non basterà avere un sito internet ben fatto ovvero realizzato seguendo le regole della Seo, ma bisognerà supportare la visibilità del sito con attività mirate e ben definite.

Anche in questo settore, il mercato dei servizi è davvero molto evoluto e può soddisfare le esigenze di tutti gli operatori che hanno portato in rete una parte della loro attività. In particolare grazie al web marketing si possono cogliere le ricadute positive di molti strumenti resi disponibili e non più appannaggio di pochi professionisti.

Grazie al web marketing sarà possibile condurre tutte quelle attività appartenenti alla cosiddetta Seo offline, che permettono di potenziare la visibilità del proprio sito. Grazie a copywriter capaci, ad esempio, si potrà promuovere il sito attraverso canali differenti come social network o attività di blogging di settore. Grazie a ben costruite campagne di web marketing sarà possibile fidelizzare clienti a cui offrire servizi e contenuti costantemente e garantire così una relazione commerciale capace di valorizzare una solida dimensione cliente centrica.

Il consiglio più utile è quindi quello di affidarsi a un consulente SEO capace di offrire servizi adeguati ai propri obiettivi e al proprio budget. Affidarsi significa non acquistare a scatola chiusa ma definendo insieme esigenze e traguardi, consapevoli che il web marketing può creare opportunità di nuovo business per le stesse aziende committenti.
Non è raro infatti, che strumenti di web marketing, amplino la tipologia della attività aziendali fornendo occasione per lo sviluppo di nuove opportunità di crescita ed espansione.