Incentivi ambientali dei pannelli solari


solari

Un buon motivo per decidere di installare degli impianti solari termici o fotovoltaici è quello legato ai vantaggiosi incentivi che riguardano gli interventi di risparmio ed efficienza energetica. I principali incentivi sono quelli definiti dal decreto legislativo del 28 dicembre 2012. In particolare si prevede l’istituzione di un cosiddetto “conto termico”, ci sono poi i TEE, ovvero i titoli di Efficienza Energetica, noti anche come certificati bianchi ed infine sono comprese anche delle agevolazioni fiscali.

Il primo provvedimento riguarda degli incentivi alla sostituzione oppure alla nuova installazione di impianti di climatizzazione o di produzione di acqua calda sanitaria, ovviamente alimentati esclusivamente tramite l’utilizzo di fonti rinnovabili. Inoltre il decreto non riguarda solo impianti “estivi”, ma anche la sostituzione di impianti per la climatizzazione invernale con altri a più alta efficienza, nonché all’aumento dell’efficienza dell’involucro di edifici esistenti.

L’incentivo economico prevede una copertura delle spese pari al 55% del totale delle spese sostenute per installare i pannelli solari. Chiaramente gli impianti solari termici producono acqua calda sfruttando l’energia del sole, cosa che permette un risparmio consistente rispetto agli abituali consumi di energia elettrica e gas. Questi impianti vengono utilizzati per la produzione di acqua calda sanitaria, per il riscaldamento di edifici, per la produzione di calore nei settori agricolo ed industriale e durante l’estate per il raffreddamento, utilizzando i cosiddetti impianti di solar cooling.

Un altro metodo utilizzabile per conseguire l’obiettivo del risparmio energetico è quello di puntare al riscaldamento a pavimento oppure all’utilizzo delle stufe a pellet, che sono più economiche delle caldaie tradizionali. Tramite il riscaldamento a pavimento siamo in grado di regolarlo in modo da consentire un adeguamento delle prestazioni dell’impianto alle effettive necessità ed alle variazioni climatiche, con un livello di comfort superiore e costi di gestione inferiori. Le stufe a pellet invece utilizzano un combustibile ecologico che non impatta sull’ambiente.