Le imposte del paradiso fiscale Bahamas

I Caraibi sono paradisi naturali sognati e bramati per viaggi alla ricerca di spiagge incontaminate, ma i Caraibi sono anche, in molti paesi, paradisi fiscali, come le Bahamas

 

Paradiso a tutti gli effetti

Le isole Bahamas sono un arcipelago composto da circa settecento tra isole ed atolli. Solo una percentuale esigua sono stabilmente abitate ed il turismo è l’occasione di vita per molte persone, attirando sulle proprie spiagge incontaminate amanti del mare da sogno di tutto il mondo.
Ma Bahamas, così come Anguilla, Repubblica Dominicana e altri stati d’area caraibica, è anche sinonimo di offshore e il paradiso fiscale Bahamas da anni è meta di turismo ambientale così come di turismo fiscale.
Sulle spiagge dell’arcipelago l’imposta non minaccia la tranquillità e il relax perché una società offshore con sede legale in questo stato arcipelago, non paga tasse, non le viene applicato nessun regime d’imposta e ciò vale anche per le persone fisiche.
Non è un fattore di poco conto: perdere il senso di oppressione fiscale consente davvero di potersi godere appieno quel mare, quelle spiagge, quel relax in grado di portare chiunque lontano dallo stress e dal cappio della routine quotidiana.

 

Liberi dalle tasse, una sensazione per molti incomprensibile

Non è facile immaginare una vita libera dalle tasse, dalle cravatte fiscali di un sistema di tassazione asfissiante come quello europeo, in particolare italiano, sistema fiscale che in teoria dovrebbe divenire fonte di redistribuzione delle ricchezze dello stato, cioè della collettività, in realtà da anni sono l’ancora di salvataggio per un sistema politico indebitato e allo sbando.
Nel paradiso fiscale Bahamas non si paga l’imposta sul reddito, così come non si paga l’imposta sulle società e tantomeno l’imposta di successione.
Per molti tutto ciò potrebbe appare come inconcepibile: la realtà è invece che, tra le regine dell’offshore mondiale, la fiscalizzazione in Bahamas è nulla perché il numero di abitanti è esiguo quindi, grazie al flusso di capitali in grado di generare nuovi capitali in quel circolo che porta il nome di economia degli investimenti, e il flusso importante di un turismo elitario, Bahamas non necessita dell’aggravamento fiscale per la sua attività governativa e sociale.

 

Usufruire del regime fiscale di Bahamas vuol dire trasferirsi?

La risposta è semplice: no, non è detto, il sistema bancario di Bahamas è capillare ed anche online fornisce servizi di offshore banking importanti anche attraverso legali predisposti proprio alla funzione di assistenza legale in termini di apertura di società o di conti correnti online.
Certo che vivere godendo del sole e del mare del paradiso fiscale Bahamas, è uno dei sogni ricorrenti di molti occidentali.
Assenza d’imposte, clima ideale, cibo locale abbastanza economico, ciò che è importato invece è aggravato dall’imposta di importazione all’origine, ovviamente anche per Bahamas valgono le leggi del commercio internazionale, in questo paradiso a tutti gli effetti, sognare una via spensierata è ancora possibile.