Imballaggi per il trasporto di merci pericolose: come spedire le batterie al litio


Le batterie al litio richiedono particolari imballaggi per il trasporto di merci pericolose, in linea con le norme del settore.

Quando si parla di imballaggi per il trasporto di merci pericolose, un’attenzione particolare va dedicata al discorso relativo alle batterie al litio. Innanzitutto va fatta una distinzione tra batterie al litio ionico, ricaricabili e usate per vari dispositivi, e batterie al litio metallico, non ricaricabili e usate in piccoli strumenti: mentre le prime possono causare incidenti dovuti a surriscaldamento, le secondo sono molto più instabili, tanto da essere bandite dal cargo degli aerei per passeggeri.

Per questo motivo, sebbene entrambe rientrino nella Classe 9, ossia quella delle merci pericolose miste, le due tipologie di batterie vengono classificate in maniera differente. Ecco come.

 

Batterie al litio ionico

Le batterie al litio ionico si classificano in:

  • Batterie non imballate o installate con l’apparecchiatura. È il caso delle batterie separate dai PC.
  • Batterie imballate insieme all’apparecchiatura. Un esempio di questa tipologia sono i dispositivi provvisti di batterie di scorta.
  • Batterie integrate nel dispositivo.

 

Batterie al litio metallico

Le classificazioni per le batterie al litio metallico sono:

  • Batterie non imballate o installate.
  • Batterie imballate insieme al dispositivo. Rientrano nella categoria le batterie imballate con l’apparecchio, ma non installate.
  • Batterie contenute nell’apparecchio.

 

Come spedire nel modo corretto

Per ogni modello di batteria descritto in precedenza sono presenti numerosi requisiti, i quali dipendono, oltre che dalla tipologia della batteria, anche dal suo peso, dalle sue dimensioni e dalla capacità, così come dal metodo di spedizione.

Elencare tutte le varianti sarebbe estremamente complicato, quindi è meglio limitarsi ad una sola indicazione, ossia: quando si tratta di spedire batterie di qualsiasi tipo è bene confrontarsi con il corriere e determinare, in base alle varianti citate sopra, la soluzione più adatta.

Per assicurarsi di rispettare le normative, l’ideale è affidarsi a produttori certificati di imballaggi per il trasporto di merci pericolose, verificando che essi offrano:

  • Una perfetta conoscenza delle normative che regolano il tipo di spedizioni e il paese di destinazione.
  • Imballaggi certificati secondo le normative vigenti.
  • Etichette adatte ad ogni tipo di spedizione, come stabilito dalle normative UN.