Il Testamento Olografo o Quello Pubblico?


Non è mai semplice prendere in considerazione la propria morte, tuttavia è importante capire che anche le questioni burocratiche sono importanti e che è meglio sbrigarsi prima del peggio. Una cosa essenziale da fare, per sapere di starsene andando senza lasciare cose importanti in sospeso, è il testamento, magari proprio il testamento olografo. È infatti una soluzione utile e comoda che fa risparmiare tempo e fatica. Infatti non c’è sempre bisogno di andare dal notaio, disturbare i testimoni ecc. si può fare tutto comodamente a casa propria!! Ma vediamo un attimo i diversi modi e le regole collegate per poter fare testamento senza sbagliarsi.

 

Testamento Dinnanzi  al Notaio

Più comunemente si sceglie come soluzione quella di andare dal notaio con il quale si farà testamento. Questo si chiama testamento pubblico ed è la versione più complessa. Se si sceglie questa procedura bisogna:

  • andare dal proprio notaio
  • Portare con se con due testimoni
  • dettare le proprie volontà al notaio
  • firmare e far firmare i documenti.

Bisogna andare quindi con due persone di fiducia, i testimoni, che si assicureranno che ciò che il notaio ha scritto è effettivamente quello che il testatore sta dicendo. Infatti sarà il testatore a dettare e il notaio a scrivere in questo processo. Tuttavia, per essere ritenuto valido, il documento dovrà essere firmato da tutti i presenti. Ovvero notaio, chi sta facendo testamento e i suoi due fidati testimoni. Il documento così redatto verrà dato in copia al notaio che lo conserverà con cura.

Secondo le leggi notarili italiane, le persone non vedenti, devono obbligatoriamente di questa forma di testamento. Non possono quindi, fare testamento olografo. Ciò naturalmente vale per chiunque altro non sia in grado di sottoscrivere il proprio testamento, qualunque sia il motivo.

 

Il testamento olografo, a Casa senza notaio

Il testamento in realtà può essere redatto secondo le proprie volontà anche senza la presenza di un notaio e dei testimoni. Tuttavia per renderlo valido, vi è bisogna che ci si assicuri il rispetto di alcune regole.

  • Scritto sulla carta;
  • Scritto in ogni sua parte a mano
  • Firma
  • Data

Questo tipo di documento è importante che sia redatto su un foglio di carta, si può scegliere se scriverlo a  come normale testamento o in forma di lettera. Però obbligatoriamente deve essere scritto a mano. Non è infatti considerato valido nessun testamento scritto con qualche forma di scrittura meccanica: personal computer, macchine da scrivere, ecc. Qualunque parte del testamento, quindi, deve essere scritta a mano. È inoltre fondamentale che il documento sia firmato dal testatore, ovvero chi ha scritto il documento, e che venga segnata con precisione la data della stesura, Infine il documento deve essere scritto interamente dal testatore, non dettato a  terze persone.

 

Sempre Utile Ricordare che…

Il testamento può essere revocato o modificato in qualunque momento sostituendolo con un nuovo documento. In qualunque caso: sia che si tratti di testamento olografo scritto di proprio pugno, sia che sia stato redatto presso uno studio notarile. Si consiglia di conservare il testamento in un luogo sicuro, magari dandone una copia ai maggior beneficiari.