Il Ritrattista del nuovo millennio


Un’intervista ad Andrea Bonaventura

ritratto

Ritratto di donna, copyright AndreaBonaventura/ARTE21

Abbiamo incontrato il ritrattista Andrea Bonaventura nel suo laboratorio galleria nel centro di Roma, a due passi da Campo de Fiori, proprio mentre stava montando su un pannello di legno una stampa di grandi dimensioni di uno dei suoi ritratti digitali. Bonaventura si muove con gesti precisi, manovrando la spatola, il pennello con la colla e il taglierino, come se avesse ripetuto questa operazione ormai centinaia di volte. Ne approfittiamo per fargli qualche domanda sul suo lavoro.

D: Ritratti d’arte nel nuovo millennio. Ma allora c’è ancora chi si fa fare un ritratto?

R: Per mia fortuna sì. D’altronde il ritratto è una costante della storia dell’arte, e ogni epoca ha i suoi ritrattisti.

D: Ma chi è oggi che commissiona un ritratto d’arte?

R: Non esiste una tipologia ben definita per questo tipo di cliente. C’è chi vule un ritratto della persona amata per portarlo sempre con sé, c’è chi commissiona un ritratto per fare un regalo personalizzato, e anche chi vuole un ritratto a scopo celebrativo, magari di un cantante o musicista che ama e che vuole omaggiare in questo modo.

D: La crisi economica degli ultimi anni ha influito molto sul tuo lavoro?

R: Beh, certamente sì, probabilmente molto più che in altri settori. La spesa in arte purtroppo è una delle prime cose ad essere tagliate in tempi di crisi. Devo dire però che per fortuna c’è sempre chi è disposto a spendere una cifra non indifferente per un regalo originale e comunque per fare una spesa “di cultura”.

D: Ma quanto costa farsi fare un ritratto, e come funziona?

R: A differenza dei ritratti fatti con tecniche tradizionali, il prezzo finale non dipende solo dalle dimensioni del ritratto, in quanto a prescindere da quanto deve essere grande l’opera finale esiste sempre un lavoro di creazione del quadro digitale, ovvero la creazione del file del ritratto. Per cui una prima componente del costo finale è fissa, sia che tu voglia una cartolina che un quadro di grandi dimensioni. A questa quota fissa si sommano poi le spese di produzione, che dipendono invece proprio dalle dimensioni e dalle tecniche di stampa scelte. Per farla breve, ti posso dire che nella maggior parte dei casi per un ritratto pronto da appendere di una dimensione media (diciamo un 70x70cm) la spesa da considerare, tutto compreso, si aggira intorno ai 600 euro.

D: E per ordinare un ritratto come si fa?

R: Per prima cosa scegli una foto che ti piace, se ne hai diverse è meglio. Se vuoi posso consigliarti su quale potrebbe funzionare meglio per lo scopo. Poi io ci lavoro sopra e ti presento tre o quattro provini diversi tra cui puoi scegliere quello da realizzare in via definitiva. Poi c’è la fase di stampa e finitura e hai pronto il tuo ritratto.

Mentre parliamo Bonaventura ha finito di incollare la stampa sul pannello di legno, è un ritratto di circa un metro quadrato di una ragazza assorta nei suoi pensieri. Ora sta passando una finitura satinata sul quadro.

“Vedi questo ritratto” ci dice “ questo per esempio è un ritratto da 700 euro. Ma è un oggetto d’arte che accompagnerà sempre la persona che lo compra o che lo riceve.”

Il quadro è molto bello, pieno di equilibrio, non è una foto, non è un dipinto: è un ritratto d’arte digitale.