Il reato di corruzione


La corruzione indica, in senso generico, la condotta di un soggetto che, in cambio di denaro oppure di altre utilità o vantaggi, agisce contro i propri doveri ed obblighi. Esistono diversi tipi di corruzione, tra i quali ricordiamo:

Corruzione del cittadino da parte di uno straniero. Delitto contro la personalità internazionale dello Stato commesso dal cittadino che, anche indirettamente, riceve o si fa promettere dallo straniero, per sè o per altri, denaro o qualsiasi utilità o soltanto ne accetta la promessa, al fine di compiere atti contrari agli interessi nazionali. Pena la reclusione e la multa, a cui soggiace anche lo straniero che dò o promette il denaro o l’utilità. La pena è aumentata se il fatto è commesso in tempo di guerra o se il denaro o l’utilità sono promessi per una propaganda col mezzo della stampa.

Corruzione per un atto d’ufficio. Delitto contro la pubblica amministrazione commesso dal pubblico ufficiale che, per compiere un atto del suo ufficio, riceve per sè o per un terzo, in denaro o altra utilità, una retribuzione che non gli è dovuta o ne accetta la promessa. Pena la reclusione e la multa, cui soggiace anche il corruttore.

Corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio. Delitto contro la pubblica amministrazione commesso dal pubblico ufficiale che, per omettere o ritardare un atto del suo ufficio, riceve per sè o per un terzo denaro o altra utilità, oppure ne accetta la promessa. Pena la reclusione e la multa, a cui soggiace anche il corruttore. La pena è aumentata se dal reato deriva il conferimento di pubblici impieghi, stipendi, pensioni, onorificenze o la stipulazione di contratti nei quali sia interessata l’amministrazione di cui fa parte il pubblico ufficiale o se deriva il favore o il danno di una parte in un processo civile, penale o amministrativo.

Istigazione alla corruzione. Delitto contro la pubblica amministrazione commesso da chi offre o promette denaro, o altra utilità come retribuzione non dovuta, a un pubblico ufficiale, per indurlo a compiere, omettere o ritardare un atto del suo ufficio o fare un atto contrario ai propri doveri (qualora l’offerta o la promessa non venga accettata). Pena la reclusione.

Corruzione di minorenni. Delitto contro la moralità pubblica compiuto da chiunque commetta atti di libidine su persona o in presenza di persona minore di 16 anni, o da chiunque induca persona minore di 16 anni a commettere atti di libidine su se stesso, sulla persona del colpevole o su altri. Pena la reclusione.

L’Avvocato Giuseppe Migliore è esperto in Diritto penale e criminale e si occupa esclusivamente dell’assistenza e della difesa di indagati ed imputati in procedimenti penali, suo ambito esclusivo di attività in qualità di avvocato penalista di Roma. Partecipa a processi su tutto il territorio nazionale, pur essendo iscritto all’Albo degli Avvocati di Roma.