Il quadro, un elemento d’arredo


Arredare con l’arte
Anche se non si è grandi esperti d’arte, si può facilmente decorare la propria casa con interessanti dipinti. L’utilizzo di quadri per arredare la casa è un ottimo modo per abbellire un ambiente, creare luoghi di conversazione e dare un tocco di stile alle pareti. Non importa del valore del dipinto, che può essere alto o basso a seconda delle possibilità economiche, e non è necessario nemmeno seguire uno specifico soggetto, in ogni caso decorare con quadri per arredo aggiunge sempre carattere e brio all’ambiente. Seguendo alcune semplici linee guida, è possibile appendere tele ai muri senza che esse stonino con lo stile dell’arredamento. Un dipinto non deve dominare una stanza, ma abbellirla e uno spazio interno privo di arte è un luogo senza passione. Progetti di forte impatto non hanno bisogno di una collezione di opere degne da museo, ma di buon gusto e personalità e basta poco per trasformare un ambiente in qualcosa di singolare.

Proporzioni ed armonia
Un fattore importante da tener presente è la grandezza delle opere in rapporto alla stanza in cui metterli. Ovunque si decida di inserire quadri per arredare la casa, deve esserci una giusta proporzione con il resto degli elementi in modo da non distogliere troppo lo sguardo o nascondere gli altri oggetti. Ad esempio, quando si appendono quadri per arredo su un divano o un altro mobile, una buona regola è quella di trovare qualcosa che sia più o meno della stessa dimensione dell’elemento sottostante, creando un senso di equilibrio e di armonia.





Altro accorgimento è non avere un sovraffollamento di dipinti in casa e soprattutto mantenere uno stesso tema all’interno di una singola stanza. Se i pezzi non sono intimamente connessi per argomento e soggetto, meglio tenerli separati. Ad esempio, in cucina, si potrebbe avere un motivo che riguardi il cibo, in modo da rispecchiare un tema che ben si sposa con la funzione della stanza stessa.

Arte e design della casa
Prima di acquistare o commissionare quadri per arredare la casa, si dovrebbero prendere in considerazione i materiali e i colori che dominano nell’ambiente da decorare. Bisogna tener presente il tipo di pittura o la fantasia di una carta da parati, della texture di tende, cuscini e tappeti. Ad esempio, in una stanza dove dominano accenti di lilla e verde, un dipinto che rappresenti dei fiori delle tesse tonalità completa l’estetica dello spazio. Un’idea assai in uso è quella di riempire interamente le pareti con quadri per arredo di differenti misure, dando vita ad una galleria a muro con elementi differenti che vanno a coprire tutta lo superfice a disposizione. In questo caso, per evitare un risultato confuso e disordinato, è consigliabile optare per cornici sottili e simili che non contrastino tra loro. Di grande impatto sono anche i quadri con punti focali accentuati che ingannano l’occhio con un effetto di profondità e tridimensionalità.