Il pesce rosso negli Stati Uniti


I pesci rossi sono pesci di acqua dolce della famiglia della carpa . Mentre molti di noi li ammirano dai propri acquari, sono in realtà una delle prime specie invasive acquatiche che hanno invaso l’America del Nord. Come è che il pesce rosso che si nutriva dopo la scuola, è divenuto un rischio così diffuso per le piante e le specie native?

I pesci rossi cominciarono a arrivare in America nel 1600 come pesci ornamentali per acquari e giardini d’acqua. Se i pesci diventavano troppo grandi per il loro ambiente, o il proprietario era stanco, semplicemente li liberava nella fonte di acqua dolce più vicina. Oggi i pesci rossi spesso si stanno reintroducendo come esche . In America quindi molti stati, vogliono rendere illegale l’uso del pesce rosso come esca viva.

Il pesce rosso consuma le proprie uova quando viene tenuto in cattività, quindi l’allevamento non è un grosso problema per la maggior parte degli hobbisti, a meno che non abbiano preso intenzionalmente per allevare il ​​loro pesce rosso. Dato le giuste condizioni, il pesce rosso può procreare più volte una stagione. Molte delle uova saranno mangiate dal pesce rosso adulto una volta che sono state poste, ma diverse centinaia di uova vengono prodotte . Con solo poche uova mangiate e schiusa entro 48-72 ore, potete immaginare come solo pochi pesci rossi possano trasformarsi in un grosso problema piuttosto in fretta.

Spesso diffusi in tantissimi acquari i pesci rossi sono alimentatori opportunistici e non smetteranno di mangiare da soli. Mentre i pesciolini in genere si alimentano crostacei, insetti e varie sostanze vegetali; quando questo cibo è scarso, se sono in natura mangiano uova da nidi di specie autoctone. Varie popolazioni di specie di pesci sono ormai state interrotte e per questo la popolazione è diminuita e questo ha disturbato altre catene alimentari della fauna selvatica.