Il paesaggio salentino


Il Salento oltre alle famose spiagge e al  mare cristallino presenta anche altre zone turistiche da visitare come il paesaggio interno e  le colline.
La penisola salentina infatti è costituita in prevalenza da zone di pianura, ma vi sono  dei bassi rilievi collinari nella sua parte settentrionale e meridionale ovvero rispettivamente le basse Murge e le Serre salentine.

Nel Salento i  centri abitati sono molto interessanti come  tradizioni,   cultura,  dove si possono visitare le antiche chiese, basiliche, i monumenti, tutti i centri storici e i borghi antichi.

Le campagne invece si caratterizzano per lo più per il paesaggio e le tradizioni e la terra invece presenta il tipico colore rosso intenso, dovuto a presenza di ferro, e il verde degli ulivi secolari, tipiche coltivazioni salentine.
Le proprietà terriere sono suddivise fin dai tempi antichi  une dalle altre con  i muretti a secco. Si tratta di  muretti costruiti a mano solo con blocchi di pietra  assemblati senza utilizzo di malte o di altri leganti.
Sempre con questa tecnica “a secco”, furono realizzate nel tempo  costruzioni chiamate Furnieddhi o Pajare, che venivano utilizzate dai contadini come ripostiglio per gli attrezzi.





Sempre nelle campagne si trovano numerose masserie fortificate, costruite intorno al 1500-1700 e utilizzate un tempo com abitazione dei ricchi proprietari latifondiari.
Le dimensioni grandi permettevano anche di avere all’interno l’alloggio dei contadini, e altre zone adibite a stalle o deposito per i raccolti. Queste masserie hanno un tipico colore bianco e risaltano rispetto al rosso della terra e al colore verde degli ulivi.

Il Salento offre anche diversi parchi naturali e anche oasi protette.
Solo per citarne qualcuno c’è  il Parco delle Cesine, il Parco di Porto Selvaggio e la Palude del Capitano.
Tra le oasi troviamo l’Oasi protetta dei Laghi Alimini, uno dei luoghi  del Salento che ospita diverse specie di animali e vegetali, l’Oasi Palude “La Vela”, un’area  protetta  demaniale che ospita diverse piante e animali.

Ci sono anche le grotte carsiche sulla costa orientale da Santa Maria di Leuca fino a Punta Palascia.

Lungo le coste si possono anche ammirare  antiche torri costiere di avvistamento che venivano realizzate principalmente  per difendersi dai pirati.