Il miglior antifurto per la tua moto ti garantisce sicurezza ma anche comfort

Viaggiare in moto o spostarsi in moto, due abitudini con un mezzo in comune ma non del tutto uguali. Un piacere la prima per appassionati, avventurieri o per chi ha voglia di muoversi con maggiore libertà, più una necessità l’altra per chi si sposta quotidianamente in città trafficate e piene di ingorghi.

In entrambi i casi, alla moto è affidato un compito che ha molta importanza. Tra le cose da non dimenticare prima di affidarsi ad essa è l’antifurto, un caro alleato di chi ha a cuore il proprio mezzo a due ruote.


Il miglior antifurto per la tua moto ti garantisce sicurezza ma anche comfort
Il miglior antifurto per la tua moto ti garantisce sicurezza ma anche comfort

Tra i diversi tipi di antifurto per moto ci sono differenze relative alle specifiche tecniche, alla modalità di montaggio e di protezione, ai materiali costruttivi, ecc. Ma per orientarsi verso il modello migliore per sé, meglio partire da alcune considerazioni relative alle necessità a cui l’antifurto moto deve far fronte. Oltre a tutti i fattori legati all’aspetto sicurezza, esistono componenti accessorie che risultano comunque rilevanti nella scelta perché migliorano l’esperienza d’uso dell’antifurto per la persona.

  1. Spazio

Se spostarsi in moto è vantaggioso in termini di praticità, lo è un po’ meno quando si parla di cose da portare con sé. Gli spazi sono molto ridotti e, anche se si dispone di una bisaccia, non sono paragonabili a quelli dell’automobile. L’antifurto deve essere maneggevole e poco ingombrante, leggero e facile da trasportare: in commercio esistono molti antifurti per moto di dimensioni e peso ridotti, pensati proprio per ovviare a questo problema. In questo senso un bloccadisco è molto più vantaggioso rispetto a una catena.

  1. Facilità di montaggio

Applicare l’antifurto può portar via diverso tempo se il meccanismo è complicato. Oggi le aziende costruttrici fronteggiano il problema con sistemi sempre più semplici, come la maggior parte dei bloccadisco, dei lucchetti ad arco, ma anche le catene. Un antifurto per moto deve essere sempre pratico nell’utilizzo perché il suo montaggio non è isolato, ma è un’attività che si ripete anche più volte nell’arco della giornata.

  1. Materiali di rivestimento

Ai fini della funzione primaria dell’antifurto moto, i materiali di cui esso è fatto devono essere di assoluta qualità, come lo è l’acciaio cementato di molte catene. Sono importanti inoltre i materiali esterni che rivestono le parti dell’antifurto in contatto con la moto: le giuste coperture consentono di proteggere le vernici della moto da eventuali graffi.

  1. Chiavi

Quando si opta per un antifurto anche la doppia chiave è un accessorio che non guasta. Molti modelli, come le catene e i bloccadisco Granit prodotti dalla Abus, ne dispongono e una delle due ha anche led luminoso, utile nelle ore notturne o in spazi molto bui.

  1. Rilevazione disco freno

È un sistema automatico di cui sono dotati diversi bloccadisco con allarme sonoro. Quando si trasporta l’antifurto per moto, questo meccanismo evita che l’allarme si attivi accidentalmente. In apparenza un semplice elemento di comfort, in realtà molto utile se si è in viaggio e si ha difficoltà di sosta.

Il miglior antifurto moto è quello che protegge il tuo mezzo e migliora la tua quotidianità.