Il Lago Cantato. A Giulianello la XXIV edizione della rassegna dedicata alla cultura e alla civiltà contadina


In programma: Mattinata Ecologica, colazione contadina, mostre fotografica e d’arte, musica no stop, pranzo sociale, attualità con l’assemblea pubblica dedicata alla tutela del Lago di Giulianello e concerto degli Acquaragia Drom per il gran finale del ‘Pé ì ndó’.
La terra, la memoria, la musica. Domenica 11 Settembre ritornano a Giulianello i canti e le tradizioni popolari, con l’ormai consueta iniziativa di fine estate Il Lago Cantato, la rassegna dedicata alla cultura e alla civiltà contadina, ideata da Raffaele Marchetti. Giunto alla sua 24^ edizione, l’evento organizzato dal MAG avrà luogo nella suggestiva cornice del Monumento Naturale Lago di Giulianello, circondato dagli ultimi lembi della campagna romana e dagli antichi tratturi della transumanza, attraversati fino alla metà del secolo scorso.

Un’occasione per discutere di ambiente e sviluppo sostenibile, per promuovere le tipicità enogastronomiche e le usanze del posto, tra convivialità e divertimento. La manifestazione inizierà alle ore 08:30 con la Mattinata Ecologica: armati di rastrello, paletta e secchiello, uniti contro l’inciviltà, l’indifferenza e la maleducazione, per dare una mano a tenere pulite le sponde del Lago e la strada Doganale, importantissima via di comunicazione fin dall’età preromana, che dalla SP Velletri Anzio I immette all’oasi.

Dopo la colazione contadina (panzanella, olive e biscotti) verranno inaugurate le mostre tematiche fotografica e d’arte a cura dell’Associazione Il Sipario e di Gianni Cupiccia. Dalla mattina al tramonto si esibiranno in ordine spontaneo le Donne di Giulianello, Francesca Trenta, i Canusia e gli altri artisti che interverranno nel corso della giornata, come I Poeti in Ottava Rima, Camillo De Felice, Antonio Tomei, Francesco Ciccone, i Fabbricastrofe ed Erasmo Treglia. Chi sa suonare può portare con sé il suo strumento.

Alle ore 13:00 il pranzo sociale (ognuno porti qualcosa). Nel pomeriggio spazio all’attualità con l’assemblea pubblica delle ore 15:30 dove si parlerà di ‘Strumenti di Tutela del Monumento Naturale Lago di Giulianello. Le regole, la gestione e i progetti da attuare per la salvaguardia e la valorizzazione’. A seguire il laboratorio di cesteria per riscoprire un’antica tradizione: dal riconoscimento delle erbe spontanee alla loro trasformazione in cesti. Sarà allestito uno stand informativo del Comitato contro l’autostrada Roma-Latina e Cisterna-Valmontone.

Il ‘Pé ì ndó: Festival di musica, radici e sentimenti (im)popolari’, organizzato dall’Associazione culturale ‘Zoo Concept’, dall’ASBUC di Giulianello e dal Comune di Cori si concluderà a piazza Umberto I, alle ore 22:00, con il concerto degli Acquaragia Drom, gruppo storico della musica popolare italiana. Una miscela vibrante ed ironica, tra un saltarello molisano e un unza unza di stile balcanico, una serenata sinti e uno standard rock and rom di profumo contadino nell’originale stile forgiato dagli Acquaragia Drom.

Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR