Il gasatore acqua domestico


Non tutti sanno definire un gasatore acqua domestico, eppure tutti lo saprebbero far funzionare, tanto ormai è diffuso e reperibile nei negozi dedicati alla casa e alla cucina, nonché in Internet. Per dirla tutta, i moderni gasatori domestici assomigliano più a una macchinetta del caffè piuttosto che un dispositivo di depurazione per l’acqua, ma parlando di dispositivi di depurazione domestica, è normale che i produttori curino più il design piuttosto che la funzionalità. Eppure, il migliore carbonatore acqua domestico, come quello considerato più economico, deve adempiere alla funzione principale, ossia conferire all’acqua quel brio e quel gusto frizzante senza alterarne il sapore. Esistono vari metodi casalinghi per poter depurare e gasare l’acqua, come aggiungere il bicarbonato di sodio, ma se non si è oculati, il sapore è veramente sgradevole. Il merito, comunque, è che l’acqua al bicarbonato aiuta con la digestione e il benessere dell’organismo. Un gasatore acqua domestico è un acquisto valido, e per chi è curioso di sapere come fa a gasare l’acqua al punto giusto, eccolo accontentato.

Come è fatto un gasatore acqua domestico

Come detto pocanzi, la macchina gasatrice domestica ha due parti principali che la costituiscono. La prima è l’involucro, dai colori sgargianti, oppure dal design metallico e neutro. Diciamo he è la scatola in cui i meccanismi sono alloggiati, quello che il compratore vede in negozio e che può decidere o meno di comprarla a seconda del colore e delle dimensioni. Questo perché un gasatore acqua per uso domestico deve integrarsi perfettamente con l’arredamento di casa, che sia la cucina o la sala da pranzo, o, perché no, un mobile bar. Non è raro che gli appassionati mixologi comprino un gasatore per far assaporare agli ospiti la perfetta gradazione di effervescenza in un cocktail (ovviamente, gasano l’acqua, non l’alcol!). Ultimo pezzo, il più importante, è quello all’interno, ossia la scatola con il carbonatore. Il carbonatore fa il lavoro, ossia trasferisce anidride carbonica all’acqua. Le quantità le decide chi preme il bottone o il meccanismo e a volte è integrato anche il filtro depuratore: basta inserire la bottiglia, premere uan volta per depurare l’acqua e due volte per azionare il carbonatore e avere acqua frizzante al punto giusto, ma di solito questi apparecchi sono più costosi perché oltre a questi due importanti dispositivi, hanno inserito un refrigeratore (di solito, per poter gasare l’acqua, deve essere fredda di frigorifero).