I servizi di logistica in outsourcing: strategia o rischio?


Una ricerca di Netcomm ha recentemente dimostrato quanto, negli ultimi anni, sia cresciuto il numero di persone che decide di acquistare online, complice la tecnologia sempre più facile da utilizzare e sempre più avanzata unita agli e-commerce di cui ogni negozio, ormai, si avvale. Questo significa, quindi, che ogni brand e ogni azienda ha bisogno di una solida rete di spedizioni in Italia e nel mondo, per fare in modo che i prodotti arrivino puntualmente a destinazione e che non siano danneggiati, pena una “cattiva reputazione” online che potrebbe trasformarsi in un problema da non sottovalutare.

A questo proposito l’incontro annuale che si tiene al Politecnico di Milano riguardante la Contract Logistics ha messo in luce dei dati importanti, sia in ottica insourcing, sia per quanto riguarda i servizi logistica in outsourcing, dato che alcune aziende hanno bisogno di affidarsi a operatori esterni per essere competitivi sul mercato e, quindi, forti in ogni situazione di vendita (sia online che al dettaglio).

logistica

La strategia competitiva di un’azienda si basa tanto sulle competenze in cui eccelle quanto sulle competenze che, pur non avendo, riesce a trovare al di fuori. Nello specifico dell’outsourcing, un’azienda i cui volumi di vendita aumentano in maniera importante e che non è in grado di offrire un servizio di stoccaggio e spedizione in Italia e nel mondo, deve obbligatoriamente affidarsi a terzi in grado di “fare meglio” e, quindi, che indirettamente creino valore per l’azienda.  

Quest’ultimo aspetto ha, però, un rovescio della medaglia. Tanto quanto è utile affidare a terzi i servizi logistica in outsourcing della propria azienda, è anche vero che sono processi difficili da controllare. Ogni impresa deve quindi valutare attentamente tutti gli aspetti e, nel caso in cui il rischio fosse troppo elevato, decidere di mantenere all’interno alcuni processi. È utile affidarsi a terzi per una logistica outsourcing nel momento in cui l’azienda committente non ha forti core competence in ambito logistico e, soprattutto, se i costi e i rischi non sono tali da annullare i benefici della collaborazione.

Articolo realizzato con Project Job, azienda specializzata nella fornitura di personale specializzato e in servizi per l’edilizia e la logistica.