I contenitori in vetro “anticontraffazione” per il settore farmaceutico


Fra i più importanti produttori di packaging farmaceutico del nostro paese troviamo Bormioli Rocco SpA che, con la sua B.U. Pharma, è impegnato nella realizzazione di soluzioni vetrarie per il confezionamento complete per ogni esigenza.

Uno dei principali elementi distintivi dell’azienda, molto attiva e conosciuta non solo sul mercato interno ma anche sul piano internazionale, è la sua produzione di packaging “integrato”: non solamente bottiglie, fiale e in vetro per uso farmaceutico, ma anche i relativi sistemi di chiusura. Ciò rende Bormioli Rocco un partner unico per Chiusura anticontraffazione Bormioli Roccol’approvvigionamento del packaging farmaceutico e, a questo proposito, vogliamo ricordare una delle sue più recenti innovazioni: il cosiddetto packaging anticontraffazione.

Queste soluzioni per il confezionamento sono state studiate per garantire al prodotto un’ottimale capacità di conservazione abbinata alla massima integrità e sicurezza – tutti aspetti di cruciale importanza per il settore farmaceutico.

Le proprietà anticontraffazione sono direttamente integrate nel sistema di chiusura del prodotto e impediscono qualunque tipo di manomissione del tappo proteggendo così la sicurezza del medicinale lungo la sua intera filiera – dal momento in cui esce dallo stabilimento produttivo a quello in cui esso verrà aperto e utilizzato dal consumatore finale, abbracciando così tutte le fasi di trasporto e stoccaggio.

I tappi anticontraffazione per contenitori in vetro Bormioli Rocco sono caratterizzati da un’ampia versatilità di impiego, il che significa che sono compatibili con diverse categorie di prodotti (ad esempio vari modelli di bottigliette e flaconi in vetro); in più l’azienda offre alla propria clientela la possibilità di personalizzare a piacimento il prodotto finito.