Guida all’acquisto di bordatori elettrici e a motore


I bordatori sono particolari decespugliatori che permettono di curare con estrema precisione il giardino o di eliminare le sterpaglie da muri e sentieri e consentono di modellare siepi e arbusti secondo i gusti e le necessità. Fare una scelta fra i bordatori elettrici o a motore non è così semplice, poiché richiede la conoscenza di alcune caratteristiche fondamentali che possono essere molto utili al fine di ridurre al minimo tutte le fatiche legate al suo utilizzo durante le operazioni di giardinaggio e, al contempo, garantire un’ottima resa nell’ ambiente in cui si lavora. Di seguito elencheremo alcune delle caratteristiche principali che ci condurranno alla conoscenza del bordatore e ad una scelta più agevole dell’attrezzo.

Caratteristiche dei bordatori

Il bordatore è uno strumento formato da elementi standard, quali l’impugnatura, il motore, l’asta che connette al blocco di contenimento della lama, che genera il taglio. In base alla marca e al modello, tali elementi variano in dimensioni e in qualità dei materiali. Consigliamo, in ogni caso, di riferirci a case produttrici ben specializzate nel settore, tali da garantire una buona qualità del prodotto e una sicura resistenza nel tempo.

Alimentazione e potenza del motore. Il primo fattore da considerare è l’alimentazione del motore che, come accennato, può essere a batteria, a motore a scoppio o a corrente elettrica. La scelta fra le varie tipologie di alimentazione del motore dipende essenzialmente dalla dimensione e articolazione del giardino e delle piante da tagliare, oltre che dal grado di precisione di cui necessitiamo per la bordatura del giardino. I bordatori elettrici sono particolarmente adatti per uso cittadino grazie al basso livello di rumorosità e si distinguono generalmente per la leggerezza della struttura che consente una minor fatica e una bordatura efficace e precisa. Il limite di un bordatore elettrico è la dipendenza dal cavo elettrico attraverso cui si collega alla rete elettrica, il quale diventa fastidioso per operazioni più articolate e poco funzionale se la dimensione del giardino è molto ampia. In tal caso si può scegliere il bordatore a batteria, pratico, silenzioso e leggero, ma dall’ autonomia limitata, oppure il bordatore con motore a scoppio, potente, robusto ed efficace per la rasatura di siepi e sterpaglie di dimensioni più grandi, ma estremamente rumoroso e pesante rispetto alle altre tipologie, oltre a dover essere ricaricato con combustibile che emette sostanze nocive nell’ ambiente. E’ importante sottolineare che un bordatore a motore a scoppio generalmente ha una potenza molto elevata, utile per il taglio di sterpaglie molto fitte e di grandi dimensioni, mentre i bordatori a batteria sono quelli dalla potenza meno elevata, ma comunque sufficiente per lavori di giardinaggio fai da te.

Accessori in dotazione.

Attenzione a verificare che il bordatore sia venduto con lame e sistemi di protezione in dotazione. In particolare, un buon bordatore versatile per ogni esigenza sarà venduto insieme a due tipi di lama, una più corta per la rifinitura dei bordi delle piante e una più sfilata per la potatura delle siepi. Il peso del bordatore elettrico è influenzato maggiormente dalla scelta del motore e risulta il motivo di maggiore sforzo legato al suo utilizzo. Se non possiamo permetterci un bordatore leggero, allora è possibile verificare che fra gli accessori in dotazione sia presente anche la cinghia a tracolla.

Ergonomia e regolazione.

Ridurre ai minimi termini la fatica della bordatura del giardino può essere uno dei punti chiave per la scelta di un dato modello di bordatore. Prima di comprare un bordatore è importante provare l’impugnatura del manico e verificare che sia ergonomica e confortevole per la nostra condizione fisica. Altro aspetto fondamentale è la possibilità di regolare l’asta e la lama in modo da migliorare la versatilità del prodotto e da assumere una posizione comoda durante i lavori di giardinaggio.