Guadagnare con i programmi di affiliazione


Arcaton, società svizzera specializzata in servizi web, annuncia un nuovo programma di affiliazione dedicato agli annunci online.

Prima di vedere come sfruttare i programmi di affiliazione cerchiamo di capire bene che cosa è la remunerazione in PPL e PPS. Nel PPL (Pay per lead) si riceve un compenso quando un utente clicca su un banner o su un link ed effettua un’azione. Le azioni possono essere di diverso tipo come il download di un software, l’iscrizione a una newsletter, la registrazione ad un sito o la compilazione di un form. Nel PPS (Pay per sale) invece si riceve un compenso quando un utente clicca su un banner o su un link ed effettua un acquisto. Come puoi immaginare, riuscire a convincere le persone ad effettuare “un’azione” o un acquisto è decisamente più complicato rispetto a indurla ad a fare un semplice click.

I programmi di affiliazione utilizzano principalmente il PPL e PPS, spesso indicati anche CPA “Cost per Action” e CPO “Cost per Order”. Anche in questo caso, come nel PPC i soggetti sono tre. Noi con il nostro blog saremo “affiliati”, i “merchant” coloro interessati alla promozione dei loro prodotti o dei loro servizi e la “piattaforma di affiliazione”, ovvero il soggetto che fa da tramite tra affiliati e merchant mettendo a disposizione una piattaforma web dove gli affiliati potranno prelevare i banner, controllare le statistiche, ricevere i pagamenti ecc.

Ad esempio se abbiamo un blog che parla di viaggi possiamo iscriverci gratuitamente ad una piattaforma di affiliazione (in seguito vedremo quale) e sottoporre all’approvazione il nostro blog. Quando il nostro blog sarà approvato avremo una user e una password con le quali accedere al portale di affiliazione a cui ci siamo appena iscritti. All’interno troveremo i vari merchant, spesso suddivisi per categorie: viaggi, giochi, finanza, telefonia, recensioni ecc. Nella sezione dedicata ai viaggi quindi troveremo i merchant che fanno al caso nostro come i portali per le prenotazioni di voli, alberghi, treni ecc. Potremmo quindi prelevare i banner o semplici link testuali ed inserirli nel nostro blog. Nel caso dei programmi di affiliazione la strategia rispetto al PPC è totalmente diversa, in questo caso infatti non solo è possibile invitare gli utenti a cliccare sui banner o sui link, ma è altamente consigliato e va fatto con la giusta strategia.

Facciamo un primo semplice esempio. Torniamo al nostro sito di viaggi, in un articolo parliamo di un viaggio a Roma: cosa visitare, dove mangiare ecc. All’interno dell’articolo possiamo indicare dove alloggiare consigliando di prenotare tramite il portale “tal-dei-tali” che abbiamo nella nostra piattaforma di affiliazione.

Possiamo evitare di mettere un banner in modo che sia più spontaneo, inserendo semplicemente la scritta “prova a prenotare qui” e inserendo il link fornito dalla piattaforma di affiliazione. Se l’utente cliccherà ed effettuerà la prenotazione riceveremo il nostro compenso. I compensi che si ricevono per il PPL e i PPS sono decisamente più alti rispetto quelli dei PPC. Con una sola vendita possiamo guadagnare il corrispettivo di 50 / 100 click e anche di più. L’esempio sopra riportato dei viaggi è decisamente semplice, è possibile affinare la strategia seguendo quelli che sono i tre punti fondamentali per promuovere un programma di affiliazione in maniera efficace.

  • Cercare, descrivere ed approfondire un problema.
  • Indicare come poter fare per risolverlo, magari con la nostra personale esperienza.
  • Invitare gli utenti all’acquisto di un prodotto o di un servizio per risolvere il problema.

A questo punto possiamo fare un secondo esempio seguendo i tre passi sopra citati. Abbiamo un blog che parla di software, possiamo spiegare che avevamo il problema di convertire un particolare file da un formato ad un altro. Possiamo approfondire l’argomento indicando che con alcuni programmi gratuiti non siamo riusciti a compiere l’operazione, oppure non siamo riusciti nel modo più ottimale. Infine possiamo dare la soluzione invitando all’acquisto di un particolare software che ha risolto il nostro problema.

Potresti forse pensare che sia tutto abbastanza semplice, purtroppo non è così, per guadagnare con i programmi di affiliazione occorre tenere presente altri importanti fattori. Innanzitutto occorrono visite di utenti realmente interessati ai problemi descritti, bisogna inoltre conoscere bene l’argomento che trattiamo, far percepire agli utenti che siamo realmente esperti del settore, che abbiamo provato realmente il servizio e/o il prodotto. Meglio quindi un blog di settore e non generalista. Inoltre non possiamo riempire il nostro blog di articoli esclusivamente per promuovere i programmi di affiliazione, a quanto pare gli ultimi algoritmi di Google tendono a penalizzare i siti con sovrabbondanza di link a programmi di affiliazione.

Resta un’ultima cosa da dire sulle piattaforme di affiliazione. Quali sono le piattaforme di affiliazioni da utilizzare? Ce ne sono moltissime, spesso hanno in comune tanti programmi ma ne esistono anche alcune dedicate a specifici argomenti come ad esempio per gli annunci online e dating come ARCATON per promuovere Annunci di incontri a Roma

Il programma prevede ottime revenue ed è dedicato a web master e blogger italiani. Presto sarà resa nota la modalità di partecipazione e attivazione attraverso il nuovo sito che sarà online nel mese di Agosto 2017.