Google Chrome OS


Non sono molte le importazioni consentite da Chrome Os, ma sono quelle che alla fine vengono usate. Troviamo quindi:

  • la lingua di sistema
  • data e ora
  • il layout della tastiera così da impostarlo in italiano
  • il wi fi
  • il bluetooth
  • la batteria e il suo utilizzo
  • impostazioni generiche relative all’accessibilità del sistema
  • la possibilità di modificare la sensibilità del mouse e della tastiera
  • Inoltre possiamo modificare l’ordine delle app, l’immagine di sfondo e la visibilità del pannello di sistema, da impostare come automatica o meno.

Se ti stai chiedendo come aggiornare chrome OS ho un’ottima notizia! Non devi farlo, infatti questo sistema operativo si aggiorna completamente da solo. Non è necessario riavviarlo nella maggioranza dei casi, ma se lo sarà verrai avvisato da una notifica che apparirà in basso a destra.

Vengono supportate anche le gesture, come scrolling a due dita o la possibilità di tornare indietro o avanti.

I nuovi gioiellini di Google sono di fascia bassa e costano solo 279 dollari. Attualmente disponibili solo in america si propongono come una soluzione economica e utile a tutti gli utenti che vogliono un pc con accesso ad internet con ben 6 ore di autonomia e solo 10 secondi per accendersi.
Disponibile in ben 5 colorazioni per dare un po’ di vivacità questi chromebook hanno 2Gb di ram e i classici 16gb di memoria interna, compensati però dai 100 offerti gratuitamente per 2 anni da Google Drive.
Punto all’occhiello la ricarica tramite USB, così non sarà più necessario cercare un caricabatterie compatibile, ma basterà l’universale presa usata da ormai tutti i cellulari.