Gli Anelli Solitari per Occasioni Importanti


Un anello solitario è sempre un modo delicato e altrettanto spettacolare per dichiarare il proprio amore a una donna. Per poter rendere perfetto quel gesto così ricco di significato, è importante non farsi cogliere impreparati e scegliere secondo dei criteri ben precisi, scopriamoli in questa breve guida.

Anello Solitario: la miglior proposta di matrimonio

Regalare un anello solitario come proposta di matrimonio è una tradizione che si perde nella notte dei tempi, basti pensare che il primo anello usato per chiedere la mano di una fanciulla risale al XV Secolo. All’anello solitario si può sostituire un trilogy (tipicamente composto da tre diamanti che simboleggiano un legame per ieri, oggi e domani) piuttosto che una fedina, che ne acquisiranno lo stesso valore. Generalmente viene indossato sul dito anulare della mano sinistra, in seguito a una credenza secondo cui da lì passa un’arteria che arriva al cuore.

Anello solitario: Taglio e montatura

Stabilito che l’anello solitario è il modo più classico di proporre un matrimonio, occorre saperne di più sulla tipologia di diamante, per poter scegliere quella che più si addice al vostro rapporto. Iniziamo dalla I, comune tra i gioielli più commerciali per arrivare alla D, la colorazione più pregiata e costosa:

  • I: è il diamante dal bianco più leggero (e anche il più economico!);
  • H: la sfumatura del bianco si fa più decisa (sempre diffuso tra i gioielli commerciali);
  • G: passiamo ora alle gioiellerie un po’ più costose, in cui troveremo questo bianco extra;
  • F: siamo già nell’alta gioielleria per un bianco extra superiore;
  • E: di un livello ancora superiore questo prestigioso diamante caratterizzato da un bianco eccezionale;
  • D: bianco eccezionale superiore è il meglio a cui si possa ambire, usato per gioielli unici esclusivamente nell’alta gioielleria.

Il passo successivo è stabilire la forma che vogliamo abbia il nostro prezioso gioiello nuziale, quindi scegliere tra quelli più classici e intramontabili, dato che un diamante è per sempre:

  • Cuore: se l’amore avesse una forma sarebbe indubbiamente questa.
  • Goccia: come la goccia che si perde nel mare, che senza essa sarebbe un mare diverso.
  • Quadrato: forma più classica in assoluto, delicata e semplice, farà risultare il vostro diamante un punto luce discreto ed elegante.

Altro punto importantissimo è il taglio del diamante, che ne determinerà la brillantezza. Il grado di qualità del taglio si definisce tecnicamente in punteggi che vanno da Excellent a Poor.

Una volta scelto il taglio del vostro diamante potrete optare tra diversi tipi di montatura. Non esiste una regola o un significato preciso legato alla montatura dell’anello solitario, dovrete solo procedere all’acquisto pensando alla vostra lei e a cosa rientra nei suoi gusti, quindi optare per una montatura fine, magari impreziosita da delle pietruzze, o qualcosa di più grande che ponga un ulteriore accento su un anello così importante.

Dove Cercare il Gioiello

Chiaramente potrete procedere all’acquisto dell’anello solitario nella classica gioielleria di fiducia, ma qualcuno potrebbe pensare che sia molto più personale regalare un gioiello di famiglia, magari tramandato di madre in nuora per continuare una tradizione che non passa mai di moda. Se non avete a disposizione un anello di famiglia ma vi trovate comunque nella necessità di risparmiare, tenete presente che su internet si trovano tantissimi anelli solitari usati, in ottime condizioni, a prezzi stracciati.

La scelta per l’anello solitario perfetta è molto difficile per il significato e valenza di eterno, nonché per tutti i dettagli che si possono curare; in ogni caso non dovrete preoccuparvi in modo esagerato, la donna della vostra vita sarà felicissima anche “solo” per la proposta di matrimonio, andrà tutto benissimo.