Gioventù per i Diritti Umani riscuote un grande successo nelle scuole della Mongolia

Più di 4.000 studenti della Mongolia sono venuti a conoscenza dei loro Diritti Umani grazie a un programma pilota. La Commissione Nazionale per i Diritti Umani della Mongolia ha in programma di completare l’istruzione degli studenti con l’implementazione di un programma nazionale.

La Mongolia ha una popolazione di 2,8 milioni, e ogni anno 5.000 donne diventano vittime del traffico di esseri umani. Una giovane democrazia, ha ereditato dall’oppressivo regime comunista una diffusa mancanza di conoscenza sui diritti umani. D’altra parte, la costituzione della Mongolia garantisce molti diritti fondamentali e ha come obiettivo una società umana e civile.


Gioventù per i Diritti Umani riscuote un grande successo nelle scuole della Mongolia
Gioventù per i Diritti Umani riscuote un grande successo nelle scuole della Mongolia

L’ambasciatore internazionale di Gioventù per i Diritti Umani, Sandra Lucas, ha voluto contribuire ad avvicinare la realtà quotidiana della vita in Mongolia alla visione della sua costituzione. Pertanto, ha contattato il direttore del programma della Commissione Nazionale per i Diritti Umani della Mongolia (NMHRC) e ha presentato il programma Gioventù per i diritti umani (YHR). Dopo averlo esaminato, il direttore ha dichiarato che il programma sarebbe stato vitale per il suo paese e che sperava di portare la conoscenza dei Diritti Umani ad ogni anima in Mongolia.

I giovani sotto i 18 anni costituiscono il 45% della popolazione mongola, rendendo le scuole l’ovvio punto di partenza per l’educazione sui Diritti Umani. Di conseguenza, è stato firmato un protocollo d’intesa e il direttore della Commissione Nazionale ha organizzato corsi di formazione sui Diritti Umani per un gruppo di 40 insegnanti. Con una risposta estremamente positiva da parte degli insegnanti, la Commissione ha tradotto tutti i materiali di Gioventù per i Diritti Umani in mongolo e ha orchestrato un programma pilota per 20 scuole secondarie superiori nella capitale Ulan Bator.

Nella scuola numero 18, gli studenti hanno impartito lezioni agli alunni delle elementari e alle famiglie, istruite attraverso visite porta a porta vicino a Sükhbaatar Square, mentre una scuola privata ha avviato un Club per i Diritti Umani, nominando dieci giovani “combattenti per la libertà” con il compito di addestrare i loro coetanei.

Complessivamente, 4.940 studenti mongoli hanno ricevuto la formazione di Gioventù per i Diritti Umani nel corso del pilota triennale. Grazie agli educatori e ai giovani ormai appassionati di Diritti Umani, la Commissione Nazionale pianifica di estendere il programma a tutte le scuole della Mongolia.

“Gioventù per i Diritti Umani” è un programma sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. È attiva a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico”.