Giovedì il seminario di Editoria Digitale di Calabria Formazione


Il Corso di Editoria Digitale organizzato dall’associazione Calabria Formazione onlus con la collaborazione della Biblioteca Comunale, la sponsorizzazione di Creative 3.0 ed il patrocinio della Provincia di Reggio Calabria prosegue il prossimo giovedì 2 marzo presso la Villetta De Nava della Biblioteca Comunale di Reggio Calabria con il seminario dal titolo “Editori e Librai Digitali” che vedrà come relatori il dott. Franco Arcidiaco, direttore della casa editrice Città del Sole Edizioni, Fabrizio Croce, direttore di produzione di Creative 3.0 e il dott. Domenico Surace, direttore generale di Creative 3.0.


Calabria Formazione


L’incontro di giovedì scorso ha avuto invece per tema la realizzazione pratica di un ebook ed è stato tenuto dall’ing. Antonio Galletta, vicepresidente di Calabria Formazione e dal dott. Giorgio Nordo del Dipartimento MIFT dell’Università degli Studi di Messina. In poco meno di due ore sono state analizzate tutte le fasi del processo produttivo di un ebook partendo dalla descrizione teorica degli standard e dei linguaggi utilizzati fino ad arrivare ad una dimostrazione pratica “in diretta” della trasformazione di un semplice testo in un libro digitale strutturato e completo.

In particolare, Giorgio Nordo, dopo aver brevemente descritto le principali caratteristiche di un ebook e le tecnologie su cui si basano gli attuali ereader (i dispositivi dedicati per la visualizzazione dei libri digitali), ha passato in rassegn a i formati “storici” per la digitalizzazione dei libri (PostScript, PDF e DjVu) per poi fissare l’attenzione sul più importante e diffuso formato aperto per libri digitali, lo standard ePub nelle due versioni 2.0 e 3.0 che – come ha spiegato – non costituiscono una vera e propria evoluzione quanto piuttosto una alternativa da scegliere in funzione del risultato che si intende raggiungere e più precisamente un testo con layout fluido, facilmente re-arrangiabile su qualunque dispositivo per quanto riguarda ePub 2.0 oppure un ebook con layout fisso ma dotato di funzionalità interattive e multimediali che lo rendono più adatto, ad esempio, per libri scolastici nel caso di ePub 3.0.
Partendo da un semplice ma concreto esempio (la versione digitale della Costituzione Italiana), Nordo ha mostrato in pochi passaggi come dietro il formato ePub (e le specifiche OCF ed OPF che esso sottende) ci sia, in realtà, nient’altro che un comune file compresso contenente al suo interno una ben definita struttura di directory e file in formati normalmente usati per il web. Ne consegue dunque che, per poter maneggiare con padronanza il codice di un ebook è sufficiente conoscere almeno un po’ del linguaggio di marcatura XHTML, del metalinguaggio XML e del linguaggio CSS per la descrizione dei cosiddetti fogli di stile a cascata.

A fare da contrappunto pratico-operativo ad una concisa ma sufficientemente dettagliata e necessariamente autocontenuta disamina dei principali strumenti teorici che costituiscono il fondamento degli ebook ed in particolare dello standard ePub, è stato il successivo corposo intervento di Antonio Galletta il quale, dopo aver descritto i meccanismi di funzionamento dei sistemi di gestione digitale dei diritti d’autore (i cosiddetti DRM, Digital Rights Management) ed i principali sistemi attualmente in uso, ha brevemente rappresentato lo stato dell’arte degli strumenti software – sia freeware che commerciali – dedicati alla redazione ed alla gestione di ebook (Sigil, Calibre, ViewPorter, ePub editor, InDesign, pubCoder, Jutoh e Scrivener, solo per citarne alcuni), descrivendone le principali caratteristiche e funzionalità, per poi soffermarsi sulla vera e propria pratica dell’ebook, ossia sulla dimostrazione “dal vivo” dell’intero processo produttivo di un ebook. Utilizzando il software Open Source Sigil ed un semplice file di testo non formattato (nella fattispecie, il Pinocchio di Collodi), Galletta è stato infatti capace di mostrare al pubblico in sala come, con pochi semplici passi ed in un tempo relativamente breve, si possa dare forma ad un progetto editoriale anche complesso con una formattazione ricca e adeguata nonché una struttura completa di tutti gli elementi necessari quali copertina, indice, indice analitico, ecc. Con uno stile pacato ed un linguaggio volutamente semplice, Galletta ha dunque dimostrato “in diretta” quanto – a patto di seguire poche semplici regole di formattazione del testo (sulle quali si è più volte soffermato) – sia facile ottenere dei prodotti digitali editoriali di alto livello qualitativo utilizzando esclusivamente dei software che, pur essendo gratuiti ed a sorgente aperto, risultano comunque estremamente potenti e versatili.

Tutto il materiale degli incontri precedenti (lucidi, relazioni, ecc.), compreso quello dell’ultimo seminario è già disponibile gratuitamente nella sezione download del sito di Calabria Formazione (alla pagina www.calabriaformazione.it/download). Alla conclusione del Corso di Editoria Digitale che, ricordiamo, ha ottenuto il patrocino dalla Provincia di Reggio Calabria con nota ufficiale del 19/1/2017 protocollata al n. 19680, a tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza ai seminari.

Il prossimo appuntamento del Corso di Editoria Digitale è fissato dunque per giovedì 2 marzo alle ore 16:30, nei locali della Villetta De Nava della Biblioteca Comunale di Reggio Calabria, in Via Demetrio Tripepi, 9, per il settimo seminario dal titolo “Editori e Librai Digitali” che vedrà come relatori il dott. Franco Arcidiaco, direttore della casa editrice Città del Sole Edizioni, Fabrizio Croce, direttore di produzione di Creative 3.0 e il dott. Domenico Surace, direttore generale di Creative 3.0.

Il programma completo e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.calabriaformazione.it di Calabria Formazione o sulla pagina FaceBook www.facebook.com/events/1220805731332718 dedicata al corso.