Formazione e carriera di Massimo Armanini


Manager nel settore finanziario, Massimo Armanini è co-fondatore di Crescita, Special Purpose Acquisition Company quotata a Milano. Oggi ricopre anche il ruolo di Professore Incaricato di Finanza presso l’Università LIUC.


Massimo Armanini


Formazione e iter professionale di Massimo Armanini

avvia la propria carriera dopo aver conseguito nel 1985 la laurea con lode in Economia e Commercio presso l’Università di Parma e nel 1991 il Master in Business Administration (MBA) presso la Wharton Business School di Philadelphia. Grazie alla prestigiosa formazione inizia a rivestire sin da subito importanti ruoli dirigenziali e nel 1994 diventa Managing Director della Divisione Merger & Acquisition di UBS. In seguito, a causa dell’interesse generato dalla caduta del muro di Berlino, inizia a specializzarsi e collaborare con i mercati dell’Est Europa. In accordo con il governo polacco si occupa della privatizzazione del settore dei gas tecnici (Polgas) mentre con quello della Croazia svolge il ruolo di Presidente del Consiglio di Sorveglianza, con lo scopo di concludere la privatizzazione di Pliva, azienda attiva all’interno dell’ambito farmaceutico. Durante gli anni Novanta segue la quotazione di Adidas e di CSP in Borsa, oltre alle fusioni tra Sandoz e Ciba Neigy, e fra Cariplo e Banco Ambroveneto, dalle quali nascono rispettivamente Novartis e Banca Intesa. In aggiunta, guida l’IPO di EVC, la cessione da parte di Saipem di Rio Colorado, la joint venture fra Eni e ICI e partecipa alle privatizzazioni di Cementir e Nuovo Pignone. Dal 1998 al 1999 Massimo Armanini riveste la posizione di Amministratore Delegato per Beatrice Food Diary and Bakery Canada.

 

Massimo Armanini: il percorso da Jumpy alla nascita di Crescita Spac

Dopo aver svolto, dal 2000 al 2002, il ruolo di Amministratore Delegato della internet company Jumpy, Massimo Armanini diventa Managing Director per la divisione Investment Banking di Deutsche Bank, posizione che lo vede impegnato nelle cessioni di Piaggio, Excite, Galbani, e nell’acquisizione, per conto di Telecom Italia, delle attività tedesche di AOL cedute da Time Warner. Per Pacific Capital, fondo che ha in gestione un asset da più di un miliardo di dollari, tra il 2007 e il 2012 ricopre il ruolo di Chief Investment Officer e quello di membro del Consiglio di Amministrazione. Una volta conclusa questa esperienza, in collaborazione con altri soci co-fonda Crescita, Special Purpose Acquisition Company (SPAC) quotata alla Borsa di Milano. Attualmente siede nel Consiglio di Amministrazione e riveste la posizione di CEO di Crescita Holding. In parallelo alla carriera professionale, Massimo Armanini ha sviluppato un’attività accademica che lo vede tutt’oggi impegnato nel ruolo di Professore Incaricato di Finanza presso l’Università LIUC, dove tiene i corsi di Hedge Fund Management e Financial Investments. Molteplici sono le pubblicazioni a sua firma inerenti alle materie di teoria del portafoglio e privatizzazioni.