Flaminio Oggioni: opinioni sugli ultimi sistemi di e-payment


New Digital Payment: in alcuni approfondimenti pubblicati sul suo portale, Flaminio Oggioni esplora le potenzialità di sviluppo e di diffusione di due sistemi attualmente sul mercato.


Flaminio Oggioni


Flaminio Oggioni: la crescita del mercato dei New Digital Payment

Profondo conoscitore dell’ambito finanziario, Flaminio Oggioni evidenzia sul suo portale le più importanti evoluzioni del settore in cui opera da oltre trent’anni. L’attenzione del professionista si è concentrata negli ultimi tempi sui sistemi di pagamento digitale, a cui ha dedicato diversi articoli. In uno analizza “Jiffy”, la app lanciata recentemente da Sia per scambiarsi soldi direttamente dallo smartphone. Evidenziandone potenzialità e funzionamento, l’esperto si sofferma sulla semplicità d’utilizzo, individuando in questo fattore uno dei principali motivi che potrebbero influire positivamente sulla sua diffusione. Anche Apple Pay, il sistema creato dalla società di Cupertino, è passato sotto la lente di ingrandimento di Flaminio Oggioni. Tuttavia in questo caso l’esperto individua diverse problematiche: le difficoltà di trovare un accordo tra istituti di carte di credito, commercianti, consumatori e banche sembrano rallentarne la crescita, come indicano diversi dati. Infatti solo poche banche oggi sono autorizzate a usare il servizio, anche perché risulta particolarmente complicato raggiungere accordi con gli istituti soprattutto in relazione alle percentuali sulle transazioni commissioni. Inoltre il fatto che solo iPhone6 o modelli superiori siano dotati del sistema di autenticazione non gioca a favore della app. In ogni caso il settore del New Digital Payment è in rapido sviluppo: lo conferma uno studio dell’Osservatorio Mobile Payment del Politecnico di Milano secondo cui nel 2016 i pagamenti digitali in Italia hanno raggiunto 190 miliardi di euro (175 nel 2015), pari al 24% dei consumi italiani.

 

Flaminio Oggioni: iter formativo e professionale del manager

Nato a Milano nel 1964, Flaminio Oggioni avvia la propria carriera in parallelo agli studi di Economia Aziendale, effettuati presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi. Comincia a collaborare con DP Analisi Finanziaria e nel 1990, una volta conseguita la laurea, entra come Auditor in Price Waterhouse, il gruppo internazionale specializzato in servizi di revisione e contabilità. Nel 1992 passa a Sisal Sport Italia S.p.A.: inizialmente Assistente del Direttore Amministrativo, diventa in seguito Internal Auditing Manager. I risultati raggiunti gli permettono di crescere ulteriormente: nel 1998 viene promosso Responsabile del Bilancio Consolidato del Gruppo Sisal e Responsabile di Amministrazione e Controllo delle società governate dalla sede centrale. L’anno successivo entra in Omnitel 2000 S.p.A. e Omnifin S.p.A. come Responsabile Amministrativo: dal 2000 opera nel ruolo di Finance Director per United Web S.p.A. Dopo un’esperienza in Vizzavi Italia S.p.A., controllata del Gruppo Vodafone, nel 2003 inizia una lunga collaborazione con Gruppo Fiera Milano: ricopre le posizioni di Direttore Amministrativo con responsabilità sull’amministrazione, sulla tesoreria e sui piani di Bilancio Consolidato (2003-2007), Direttore Finanza M&A (2007-2009) e Direttore dell’Amministrazione per la Finanza Fiscale di Fiera Milano S.p.A. e il Gruppo Fiera Milano (2009-2016). Oggi Flaminio Oggioni lavora come CFO e Senior Advisor in diversi campi: si occupa di Business Planning Finanza, Supporto a crisi d’impresa, Project Management, Tesoreria, Controllo di Gestione, Amministrazione, Progetti M&A e sviluppo Business Estero, Supporto Start-up società in Italia e all’estero, implementazione sistemi ERP e Gestione nel Settore no-profit. Durante la sua carriera ha inoltre frequentato il Master in Diritto Tributario di Impresa, organizzato da CERTI e Università Bocconi.