Flaconi cosmetici in HDPE: pro e contro


I flaconi cosmetici in HDPE possono essere un’ottima soluzione, ma hanno anche alcune pecche strutturali.

L’HDPE, o polietilene ad alta densità, è un materiale sempre più usato nella produzione di flaconi cosmetici, grazie soprattutto ai suoi costi contenuti e alla sua praticità. Tuttavia, in molti sostengono che esso non sia esattamente la miglior soluzione di packaging.

Per cercare di capire se sia opportuno o meno adottarlo come scelta finale per i propri prodotti, ecco una lista dei principali pregi e difetti di questo materiale poliedrico.

I vantaggi

  • Resistenza all’umidità e agli agenti chimici
    Questa caratteristica dell’HDPE garantisce che il contenuto non venga intaccato da elementi esterni quali l’umidità o sostanze chimiche, con una conseguente migliore conservazione.
  • Lavorabile attraverso tutti i sistemi termoplastici
    La facilità con cui questo materiale può essere lavorato con i vari sistemi termoplastici lo rende un’opzione che non necessità di grossi adattamenti da parte della fase di lavorazione. Ciò lo rende anche facilmente riciclabile.
  • Praticità
    L’HDPE è senza dubbio un materiale malleabile, facile da spremere e, quindi, ideale per prestarsi al ruolo di contenitore di una crema o di una lozione.

Gli svantaggi

  • Alta espansione termica, infiammabilità e scarsa resistenza agli agenti atmosferici
    In caso di forte innalzamento della temperatura, fuoco o infiltrazioni, l’HDPE mostra uno dei suoi difetti, dal momento che tende a deformarsi, espandersi e risultare infiammabile.
  • Tendenza alla rottura in caso di sollecitazioni
    L’HDPE non è un materiale particolarmente affidabile quando si tratta di resistere a maltrattamenti, urti e sollecitazioni di vario tipo.

 

In conclusione, se siete alla ricerca di un materiale pratico, poco costoso, facilmente lavorabile e sterile, allora l’HDPE è quello che fa al caso vostro. Ma lasciate perdere se cercate anche qualcosa che sia in grado di resistere alle condizioni più estreme e per il quale sia pensato un uso piuttosto “avventuroso”, perché in quel caso questo materiale non soddisferebbe per nulla i vostri bisogni.