I finanziamenti e contributi per i giovani


Una delle maggiori difficoltà nel mettersi in proprio è la mancanza di un capitale iniziale, da poter investire, per poter aprire una nuova ditta oppure un’impresa. Oppure anche la mancanza di liquidità per rinnovare il proprio locale o espandere la propria impresa già esistente. Per questo motivo, le istituzioni rilasciano regolarmente nuovi bandi per distribuire nuovi contributi a fondo perduto. Frequenti sono, da parte delle istituzioni pubbliche, i finanziamenti a fondo perduto, oppure anche i prestiti a tasso zero (quindi nettamente più convenienti rispetto ai prestiti regolari forniti dalle normali istituzioni finanziarie e dalle banche).

Un caso lampante di questa pratica è, ad esempio, il decreto Resto al Sud, che permette ai giovani imprenditori del Sud Italia di ricvere un agevolazione composta in parte da un finanziamento a fondo perduto ed in misura maggiore da un prestito a tasso zero. Questo decreto è dedicati ai giovani che vogliano avviare nuove attività imprenditoriali, così da stimolare l’economia del Sud,

Esistono inoltre bandi per categorie di imprese, o ditte individuali specifiche, oppure per categorie, come i disoccupati, che vogliano avviare una nuova impresa. Una categoria che ha ricevuto particolare attenzione sono i giovani disoccupati (quindi sotto i 30 anni). Infatti attualmente la disoccupazione giovanile è molto alta in italia, e spesso questi giovani mancano della liquidità necessaria per poter avviare nuovi progetti e iniziare a lavorare in proprio. Il Ministero dello Sviluppo economico ad esempio ha recentemente stanziato svariati milioni di euro per coprire fino al 75% delle spese delle nuove imprese giovanili (ovvero create da meno di 12 mesi).

Questi contributi e finanziamenti a fondo perduto (ovvero che non devono essere restituiti) possono arrivare dalle singole regioni, dallo stato, da Invitalia oppure anche da istituzioni europee. Spesso è difficile però restare aggiornati su tutti i nuovi bandi, Per questo è raccomandabile affidarsi a professionisti del settore. Incentivimpresa.it offre consulenze nella finanza agevolata, e si è specializzata sui finanziamenti a fondo perduto.