Dubbi sulla pulizia dei denti, la cura quotidiana come prevenzione


La pulizia dei denti è una procedura molto semplice che consiste nella rimozione del tartaro e della placca dai denti e dagli spazi interdentali tra un dente e l’altro. Eseguendo un’accurata pulizia si possono evitare le gengiviti e le paradontiti ovvero le banali infiammazioni delle nostre gengive. Se si trascurano le gengive per lungo tempo purtroppo si fa direttamente danno ai denti poiché, il tartaro e la placca possono provocare il distacco del dente dai tessuti gengivali e la conseguente caduta del dente, ormai malato.

I maggiori nemici dei denti e diciamo la sporcizia più comune che si accumula in bocca è data dai residui di cibo di vario genere, ma soprattutto dallo zucchero, dal caffè e dalla nicotina. I fumatori infatti dovrebbero effettuare una pulizia dei denti molto più spesso.

Il tempo standard tra una pulizia e l’altra e di 6 mesi, salvo eccezioni comunicate al paziente dal medico dentista. L’accumulo di sporcizia dipende anche da altri fattori come il ph della saliva che varia da individuo ad individuo e rispecchia l’acidità salivare, che a sua volta dipende dall’alimentazione, dal metabolismo e dallo stile di vita.

La pulizia dei denti può iniziare già da casa, infatti se quotidianamente si usano certi strumenti e accorgimenti si può evitare di trovare delle sorprese quando si arriva all’appuntamento con il dentista.

Ad esempio utilizzando tutti i giorni del filo interdentale e il colluttorio giusto, si può aiutare a mantenere un livello di placca nella norma anche se poi una pulizia dei denti più profonda potrà farla solo il dentista con la strumentazione professionale; però intanto curando giornalmente la propria bocca si aiutano gengive e denti e si evitano magari dolorose carie, insomma prevenire è meglio che curare!