La domotica ti migliora la vita

Oggi la vita impone ritmi frenetici e quando rientriamo a casa desideriamo trovare un ambiente caldo ed accogliente il più possibile. Grazie alla domotica oggi comfort e risparmio sono a portata di mano per tutti. Il termine domotica nasce dall’unione delle parole domus (che in latino significa “casa”) e robotica: la domotica è un insieme di tecnologie e professionalità che, applicate agli ambienti in cui viviamo, ci aiutano a migliorare la qualità della vita e la sua sicurezza, con un occhio di riguardo per l’ottimizzazione dei costi di gestione, dunque un risparmio.


La domotica ti migliora la vita
La domotica ti migliora la vita

La domotica consente di integrare tra loro tutti gli aspetti gestiti dai differenti impianti di una casa: controllo, comfort, sicurezza, risparmio energetico e comunicazione. Sono moltissime le soluzioni offerte dalle tecnologie disponibili ed hanno l’enorme vantaggio di essere aggiornabili e modulabili nel tempo per assecondare eventuali nuove esigenze dell’utente. Dall’accensione delle luci, all’apertura di porte e tapparelle, dalla gestione della climatizzazione, ai sistemi di sicurezza e di comunicazione, tutto dialoga all’interno o verso l’esterno, mediante l’utilizzo di device quali telefoni cellulari, smartphone e tablet.

La gestibilità della propria casa sarà dunque totale anche quando si è fuori, non a caso la casa dotata di un impianto domotico è spesso definita “intelligente”, poiché le tecnologie ed i sistemi in essa presenti sono capaci di svolgere funzioni autonome o programmate dall’utente. L’impianto domotico, poi, è dotato di dispositivi per il risparmio energetico, che permettono gestiscono in modo intelligente i consumi elettrici e l’illuminazione, in modo da favorire il risparmio energetico, aumentando il carico in quelle fasce orarie più economiche per l’utilizzo di determinati elettrodomestici ed evitare sovraccarichi ed imprevisti blackout ad essi conseguenti.

E’ stato provato che un impianto domotico installato, rispetto ad uno tradizionale, permette un risparmio energetico del 26% per una abitazione, addirittura si arriva al 62% per edifici con altre destinazioni d’uso (capannoni, fabbriche, ecc.). Gli sprechi vengono inoltre evitati grazie al sistema di termoregolazione che differenzia i vari ambienti e consente, ad esempio, lo spegnimento automatico del riscaldamento qualora venga aperta una finestra. Il sistema gestisce anche la chiusura simultanea, mediante un unico comando, di tutti i serramenti, porte e finestre, garantendo un livello elevato di sicurezza, oltre alla possibilità di monitorare h24 la propria abitazione e ricevere messaggi in caso si verifichino situazioni anomale.

Il programma che permette di gestire il tutto è generalmente semplice ed intuitiva e non richiede particolari conoscenze o studio, grazie anche alla tecnologa touch screen adatta anche a persone anziane o con problemi di mobilità. La programmazione dell’impianto domotico si effettua mediante un pannello di controllo – centralina o computer – che andrà poi a gestire gli apparecchi elettronici e meccanici della casa e il cui software ottempera anche ad un compito di monitoraggio e di diagnostica del sistema. Ad oggi è stato calcolato che un’abitazione dotata di impianto domotico ha un valore superiore del 8% rispetto ad una di pari livello che è dotata di sistemi non domotici.