Disagi e disservizi in città? Ecco come ricorrere all’app


Grazie all’avvento della tecnologia diverse sono le novità che sono state introdotte. Una di queste è la nascita di alcune applicazioni utili che consentono di rendere snella la gestione delle varie segnalazioni e al contempo stesso di avvicinare il cittadino sempre di più all’ente per stabilire una sorta di dialogo senza filtri, favorendo un maggiore ascolto. Il servizio è già attivo in molti comuni.

 

Clicca sull’app e risolvi il problema

Riscontri un problema sul tuo territorio e vorresti risolverlo? Tramite un’apposita app, da oggi non sarà più un dilemma far pervenire al comune la tua segnalazione. Bastano soltanto alcuni piccoli passaggi per rendere migliore la tua città. Dal 2010 alcuni comuni hanno messo a disposizione del cittadno un’applicazione per segnalare eventuali problemi di manutenzione, sicurezza stradale, nonchè il decoro urbano. Grazie a questa innovativo sistema, permette oltretutto di seguire in prima persona la pratica fino alla risoluzione.

 

Come si scarica l’app?

L’app è gratuita sia per Android che per iPhone. Il funzionamento è molto semplice: basta collegarsi al sito del comune di appartenenza, cliccare sulla voce “Segnalazioni online” si sceglie l’indirizzo sulla cartina geolocalizzata, si descrive in poche parole il problema e infine si invia il tutto. Naturalmente per poter accedere a tale servizio è necessario in primis registrarsi sul sito per essere certi che si tratti di una segnalazione autentica, e dopo aver ricevuto la mail di conferma si può iniziare a inviare la segnalazione

 

L’importanza delle app

Ricorrendo direttamente all’app anzichè recarsi personalmente al Comune e attendere ore e ore di fila prima che tocchi il proprio turno, con un semplice click invece si risolve il dilemma. Una volta descritto il problema, la segnalazione arriva direttamente all’ufficio tecnico comunale.

 

In conclusione

Secondo un recente sondaggio è stato appurato che fino ad ora i casi segnalati online, per quel che concernono i disservizi, i disagi e quant’altro sono oltre 40.000 e più di 3 milioni e mezzo i cittadini raggiunti. Come si può desumere, questa inventiva non ha fatto altro che snellire le pratiche e velocizzare al tempo stesso, la risoluzione del problema.