Dietro il mito: Jack O’Lantern


La zucca intagliata è una immagine entrata a far parte anche del nostro scenario mitologico.

Come la festa di Halloween, che trova origine nella Samhain (sow-en), ovvero la celebrazione dell’anno nuovo presso l’antico popolo celtico, anche la storia della zucca ha origini irlandesi. Ed è la storia di Jack. Una vera canaglia, Jack, che anche nella notte di Ognissanti decise di ubriacarsi di birra fino a morie a causa della cirrosi epatica.

Quella notte anche il Diavolo era il giro, e decise di reclamare l’anima nera di Jack. Questo però riuscì a strapparli un ultimo desiderio, un’ultima bevuta. Chiese dunque al diavolo di trasformarsi in una moneta da sei penny per potersi comprare della birra.

Il Diavolo acconsentì, ma quel furbo di Jack prese al moneta e la chiuse nel proprio portamonete insieme ad un crocefisso d’argento.
Il diavolo riuscì a trattare la propria liberazione: un altro anno di vita per Jack in cambio della libertà!
Ma l’anno dopo, implacabile, il diavolo tornò. Jack si mise a piangere e a strepitare: aveva tentato di migliorare la sua vita nell’ultimo anno, ma la sua vita era così sfortunata. Jack, abile, riuscì ad intortare di nuovo il diavolo: un nuovo ultimo desiderio era pronto per essere esaudito.

Sopra di loro c’era un albero: il signor diavolo poteva prendergli la mela lassù, come ultimo simbolo della vita? Certo! Il diavolo salì e . non potè più scendere perché Jack aveva piazzato un crocifisso sotto l’albero.

Seguì una nuova contrattazione: Jack avrebbe guadagnato di nuovo la vita. Solo che, la birra piaceva troppo al nostro disgraziato, che alla fine morì.
Jack si presentò alle porte dell’Inferno. Il Diavolo, a cui bruciavano ancore le umiliazioni inflitte dall’ubriacone, gli sbarrò la strada. Gli impedì l’entrata. “E io dove vado?”

Jack fu invitato a tornarsene a casa sua, visto che aveva tentato così tanto di restarci. Ma ormai c’era solo il buio dietro di sé. Il diavolo intagliò una rapa e mise dentro una candela:”Trovala tu la strada.”

E così Jack girovaga ancora adesso in cerca della sua dimora.

Halloween è ormai diventato un appuntamento fisso, una delle festività più amate dai giovani, festeggiato e atteso quasi come il capodanno a Roma e nelle altri grandi città. Tantissime sono infatti le feste organizzate ogni anno in giro per l’Italia: grandi party in maschera, tanta musica e tanta gente. Un modo di divertirsi scatenando la propria creatività magari sfoggiando un bellissimo e pauroso travestimento di Jack O’Lantern.