Come Destinare Il 5 x Mille ai bambini Per Progetti Benifici

Volete donare il 5 per mille per sostenere i bambini malati o per dare risposte a chi soffre? Il 5 per mille una quota dell’imposta IRPEF che lo Stato va a ripartire in modo tale da riuscire a dare sostegno ad enti che svolgono attività rilevanti da un punto di vista sociale. Ci rivolgiamo ad esempio, alla ricerca scientifica, organizzazioni no profit, attività di volontariato, associazioni e enti che lavorano ad esempio per sostenere dei progetti umanitari. Il 5 per mille da destinare ai bambini, molto spesso viene scelto tra quelle associazioni che riescono a garantire dei progetti di utilità sociale rivolti in particolare ai più piccoli che hanno bisogno di sostegno e aiuto. Ogni contribuente deve necessariamente indicare, scegliendo tra l’elenco dei possibili, quale potrebbero essere quelle attività che sono più vicine ai propri pensieri e quindi potrebbero essere quelle designate per ottenere dei benefici da un punto di vista economico finanziario.

5 x 1000
5 x 1000

Perché Destinare Il 5 per Mille Ai Bambini

Il 5 per mille è quella quota di ogni contribuente va a destinare allo specifico ad Enti da lui prescelti, in modo tale da riuscire a garantire supporto. Destinare il 5 per mille ai bambini è possibile in quanto sono tantissime le associazioni o gli enti no profit che hanno messo in campo dei progetti umanitari per sostenere ad esempio, i bambini malati di malattie rare, tumori e leucemie. Inoltre, è anche possibile donare il 5 per mille ai bambini svantaggiati e che vivono condizioni problematiche da un punto di vista sociale e familiare. In altri casi è anche possibile rivolgersi ad associazioni non profit e donare il 5 per mille ai bambini dell’orfanotrofio o di altre realtà sociali molto complesse e degradate. Tutte queste realtà devono essere indagate, studiate alla perfezione, in modo tale che nella fase della dichiarazione dei redditi davanti al proprio commercialista si potrà spulciare quello che è l’elenco dei destinatari e andare a fare una scelta in merito a quello che potrebbe essere l’ente a cui dare il proprio contributo. Il 5 per mille darà la possibilità di trasferire i fondi al terzo settore in maniera diretta andando a scegliere quelli che sono gli enti di riferimento sotto la propria libera volontà. Mentre lo Stato avrebbe dovuto comunque utilizzare quella parte dei soldi per il terzo settore, adesso è il cittadino a scegliere. In realtà già nel 2006 si era deciso di destinare questi fondi a denti specifici.

Il 5 Per 1000 Ai Bambini Ecco Come Scegliere L’ente A Cui Destinare Il Fondo

Se vi state chiedendo in che modo potrebbe essere più facile scegliere qual è l’ente a cui destinare il proprio fondo, sappiate che sul sito dell’agenzia delle entrate è possibile trovare l’elenco di tutti i beneficiari che potrebbero ottenere il 5 per mille. Si tratta di associazioni di volontariato, enti no profit e tutta una serie di associazioni o società che sono impegnate da un punto di vista sociale. È chiaro che a volte non è facile trovare quella più congeniale alle proprie idee. La cosa importante è studiare bene quali sono i riferimenti e soprattutto, i dettagli del progetto da considerare: solo così si potrà essere sicuri di aver fatto la scelta giusta e di aver trovato l’ente a cui donare il 5 per mille ai bambini o qualunque altra categoria sociale che secondo voi è meritevole di più attenzione. Del resto, l’idea di donare il 5 per mille ad associazioni, Onlus, no profit in maniera diretta nasce proprio con lo scopo di dare la possibilità al contribuente di scegliere a chi dare i propri soldi nell’ambito del terzo settore.

Lascia un commento