Depurazione domestica dell’acqua da bere


Gli italiani sono i più grandi consumatori d’Europa di acqua minerale in bottiglia, solo l’1% dell’acqua prelevata dai rubinetti di casa è diretta al consumo alimentare, ma perché gli italiani preferiscono l’acqua in bottiglia? Ed è un soluzione adeguata dal punto di vista ecologico ed economico?

Depurazione domestica dell’acqua o bottiglia al supermercato
Proteggere l’ambiente bevendo acqua del rubinetto
Acquistare l’acqua al supermercato è una scelta frequente, ma non è detto sia la migliore scelta, perché le bottiglie di plastica sono un’importante fonte di inquinamento, difficili da smaltire e anche il recupero attraverso il riciclo non è senza impatto. Queste problematiche rendono la scelta di bere l’acqua del rubinetto sicuramente consigliabile anche perché nelle case degli italiani sgorga acqua potabile. A questo punto occorre però una precisazione, infatti, l’acqua alla fonte è di sicuro pura, però lungo il percorso quindi all’interno delle condotte e delle tubature di casa, vi possono essere delle impurità. Inoltre il cloro utilizzato per depurare l’acqua ha un retrogusto poco piacevole e comunque resta nell’acqua. Nonostante questo, è possibile berla attraverso l’uso di sistemi di depurazione il cui obiettivo è eliminare batteri, sostanze chimiche, tossiche, e quindi dannose, come l’arsenico e in alcuni casi rendere anche l’acqua più dolce, cioè meno dura. Di seguito i principali sistemi di depurazione dell’acqua.

Depurazione dell’acqua ad osmosi
Eliminare le particelle fino a 0.001 micron
I sistemi di depurazione dell’acqua come quelli di http://casa.culligan.it/ sono creati per eliminare impurità ed elementi nocivi per la salute e allo stesso tempo trattenere le qualità organolettiche della stessa, ad esempio la presenza di preziosi sali minerali come il calcio e il magnesio di cui il nostro organismo ha bisogno. Per eliminare le impurità sono presenti in commercio diversi sistemi, dai costi e dall’efficienza variabili.
Il sistema forse più conosciuto è quello che funziona ad osmosi. Il sistema osmotico prevede che l’acqua passi attraverso delle membrane osmotiche che trattengono le impurità. Questo sistema è in grado di trattenere dal 95% al 99% delle particelle solide e fino al 99% dei batteri. In base al sistema utilizzato vi possono essere diverse fasi di filtrazioni, in esse via via vengono eliminate particelle sempre più piccole fino ad arrivare ad un grado di purezza molto elevato. I sistemi possono essere più o meno ingombranti in quanto prevedono una vasca, una pompa e diversi filtri. 

Altri sistemi di depurazione dell’acqua
Micro-filtrazione, ultra-filtrazione e caraffe. Un’altra tecnica di depurazione dell’acqua del rubinetto è la micro-filtrazione, in questo caso si utilizza un filtro al carbone attivo in grado di eliminare il retro-gusto di cloro presente. Il sistema funzione attraverso delle membrane, più sono piccoli pori delle stesse e maggiore è il grado di purezza dell’acqua, infatti, vengono trattenute anche le particelle più piccole. Infine, tra i sistemi di depurazione dell’acqua che è possibile utilizzare in casa vi sono le caraffe. Di sicuro sono il mezzo più economico e meno ingombrante per avere dell’acqua, ma non è in grado di trattenere i batteri che sono presenti e quindi l’efficacia è abbastanza blanda. Le caraffe funzionano attraverso l’uso di filtri a carboni attivi. Come già anticipato, è necessario distinguere tra depurazione e addolcimento dell’acqua, in quest’ultimo caso il sistema è in grado di ridurre la durezza dell’acqua modificandone la composizione, ma vengono trattenuti anche il calcio e il magnesio.