Dattilologia, l’Alfabeto a Portata di Segni


La dattilologia viene definita anche come l’alfabeto manuale, si tratta infatti di un linguaggio dei gesti che permette a tutte le persone sorde di comunicare grazie ai movimenti della mano.

Differenza tra Dattilologia, Lis e linguaggio Malossi

La dattilologia è un linguaggio che assieme alla Lis e al linguaggio Malossi da la possibilità alle persone con disabilità di comunicare. Se il linguaggio Malossi utilizza gli input inviati dalla mano per decodificare parole e frasi, la dattilologia utilizza la mano come strumento in grado di formulare le lettere dell’alfabeto. A differenza della Lis, la dattilologia comunica tramite i gesti le lettere, mentre la Lis utilizza i gesti della mano per comunicare intere parole. Solitamente la Lis e la dattilologia vengono utilizzate in modo integrato dalle persone sorde in quanto alcune parole come i nomi propri non hanno un segno standardizzato, dunque è necessario comunicarle tramite l’alfabeto, ed in questo caso tramite la dattilologia.

La dattilologia nelle scuole per sensibilizzare gli studenti

La dattilologia è molto conosciuta, all’interno delle scuole elementari medie e a volte anche superiori vengono organizzati dei veri e propri corsi, per sensibilizzare gli studenti a tale disabilità, e per insegnar loro uno dei modi per comunicare con le persone sorde. Molto spesso per i bambini si può trattare di un gioco, ma questo gioco si trasformarà sin dal primo momento in una competenze acquisita, che potranno sfruttare per tutta la loro vita. Grazie alla dattilologia è dunque possibile sconfiggere la disabilità. Ovviamente, se conoscete una persona sorda, sarà molto importante imparare anche la Lis in quanto comunicare attraverso essa è molto più semplice e veloce.

La dattilologia e i segni

In molti conosciamo tale linguaggio, e molto spesso lo utilizziamo pure. In rete troverete dei tutorial e delle pagine dedicate all’insegnamento di tale linguaggio. Imparare la dattilologia è molto semplice, i segni richiamano  la grafica delle varie lettere. Per esempio per comunicare la lettera “A” basterà chiudere la mano a pugno, la lettera “C” si comunica formando una c con indice e pollice, la “L” formando la lettera con indice e pollice  e così via. La dattilologia come la Lis sfrutta segni convenzionali  dunque predefiniti a livello nazionale. La dattilologia può essere considerata anche un linguaggio internazionale, con piccole varianti da paese a paese. In Italia in particolare le persone sorde Italia associano alla dattilologia il labiale sia per decodificare che per codificare le singole parole. Questo accede perché a differenza di altre lingue, l’italiano ha una certa corrispondenza tra segno grafico e fonetica, cosa che difficilmente accade in altri paesi. La dattilologia e la Lis possono variare di nazione in nazione. La dattilologia la potremmo dunque definire come un mix tra linguaggio Malossi anch’esso utilizzato per comunicare singole lettere e la Lis in grado di comunicare attraverso i gesti.

Dopo questa breve spiegazione sulla dattilologia, non vi rimane che imparare qualche lettera per riuscire a comunicare con le persone sorde. Come vi accorgerete sarà molto semplice imparare questo nuovo linguaggio, sarà una competenza in più che potrete aggiungere al vostro bagaglio personale. Buon lavoro e in bocca al lupo.