Crisi Finanziaria anche i Compro Oro Chiudano

Dopo il boom dei compro oro, iniziato con la crisi finanziaria del 2008, che ha portato ad una diffusione capillare su tutto il territorio nazionale di questo genere di attività commerciali oggi anche questo settore sta conoscendo un periodo di stagnazione con un calo del volume di affari che si aggira sul dieci per cento.


Crisi Finanziaria anche i Compro Oro Chiudano
Crisi Finanziaria anche i Compro Oro Chiudano

Fino a qualche anno fa questo settore, a causa degli effetti della crisi finanziaria sull’economia reale e dell’elevato prezzo dell’oro che era arrivato a toccare quota 1900 dollari l’oncia, ha conosciuto un lungo periodo di crescita durante il quale il numero delle insegne compro oro Firenze e di tutte le altre città italiane  era cresciuto notevolmente, spinto dalle molte persone che si recavano presso queste attività per monetizzare il valore dei propri ori che venivano pagati in proporzione agli alti prezzi dell’oro di quel periodo.

Attualmente con il prezzo dell’oro rientrato su valori più normali il numero di persone che si recano presso i compro oro per vendere oro e gioielli è notevolmente diminuito, conseguentemente alla diminuzione dell’offerta di oro usato anche il numero di attività che si occupano dell’acquisto oro è diminuito.

La chiusura di alcuni compro oro, per lo più riferibili a quelle persone che erano entrate a far parte di questo settore speculando sulla crisi finanziaria, sta conducendo tutto il settore verso un periodo di stabilizzazione dove vengano premiati i compro oro che hanno sempre operato in modo serio ed onesto conquistando così la fiducia della gente.

Oggi più che mai gli operatori del settore stanno cercando attraverso quotazioni oro sempre più alte di accaparrarsi la maggiore quantità di oro usato possibile, oltre al calo del prezzo aureo ci sono altri motivi che hanno contribuito alla riduzione del volume di affari dei compro oro, uno dei fattori che ha contribuito è anche il fatto che i privati possiedano sempre meno oro, non riuscendo più come prima a rinnovare il parco gioielli.

Questa evoluzione del settore compro oro se da una parte lo ha reso meno remunerativo dall’altra ha permesso a chi vende oro usato di ottenere prezzi di acquisto migliori sempre comunque calcolati sull’attuale prezzo d acquisto, che è ben al di sotto del prezzo aureo record di qualche anno fa, all’epoca del boom del prezzo dell’oro parallelo al crollo delle vendite delle gioiellerie non sono stati pochi i professionisti che possedendo una gioielleria hanno preso la decisione di trasformare i propri punti vendita in veri e propri compro oro.

In conclusione dopo anni nonostante la diminuzione del volume di affari questo genere di attività è entrata a far parte del tessuto commerciale moderno e offre una possibilità di vendere l’oro usato in modo immediato che risulta molto utile per chi avesse oro da vendere senza dover aspettare