Criptovalute, per Bitcoin ed Ethereum è il momento delle riflessioni


Come era prevedibile, dopo tanta salita è arrivato il momento della pausa per le criptovalute. Negli ultimi giorni ci sono stati alcuni scossoni sul mercato di Ethereum e Bitcoin, che restano sotto pressione a causa dei crescenti timori riguardo al possibile rischio che dietro i loro rally possa celarsi una bolla speculativa. Al momento le cripto stanno attraversando una fase di correzione, che tiene gli investitori sul chi va là.

L’andamento delle criptovalute

I dati dicono che sul mercato statunitense GDAX, il Bitcoin si è portato verso quota 2400 dollari. Ancora più interessante è osservare come dopo aver toccato il livello storico dei 3000 dollari durante il mese di giugno, la criptovaluta più famosa del mondo stia faticando a riprendere slancio. Occhio ai livelli di Fibonacci forex trading, che potrebbero essere molto importanti per l’analisi tecnica.
Va anche aggiunto che secondo le ultime indicazioni degli analisti di Morgan Stanley, sarebbe bene non acquistare Bitcoin bensì spenderli, anche se hanno rimarcato che “I titolari di Bitcoin sono poco inclini all’utilizzo della cripto valuta visto il tasso di apprezzamento”.

Riguardo il principale concorrente dei Bitcoin, ovvero Ethereum, le cose non vanno diversamente. Anzi l’ultimo mese è stato all’insegna di pesanti ribassi. Ethereum infatti è crollato di circa il 50%, passando quindi da oltre 400 dollari ai 200 di questi giorni. Resta comunque il dato di fatto che negli ultimi 6 mesi ha avuto un rialzo del 2.400% (mentre è stato del 146% quello di Bitcoin). Forse proprio per questo si può interpretare il calo dell’ultimo periodo come una presa di profitto da parte di molti.

I dubbi del mercato

Questo evidenzia un aspetto molto importante di questi mercati: la volatilità. Può diventare estrema rispetto alle forme di investimento tradizionale. Ecco perché è meglio farlo solo se si è esperti, o comunque farlo solo con piattaforme di trading online demo gratis senza deposito, almeno non si rischiano capitali propri.

A conclusione del discorso, una breve menzione anche per altre due criptovalute molto in voga, ovvero Litecoin e Ripple. Anche per loro le ultime sedute registrano un andamento misto, a dimostrazione che il mercato si sta facendo molte domande su questi asset.