Costo isolamento tetto: conviene davvero?

La tua casa è fredda d’inverno e rovente d’estate? Credi che sia il caso di fare un intervento di isolamento termico alla casa ma ti spaventano le spese da sostenere? Se sei ancora titubante su come e se affrontare il tema dell’isolamento termico e vuoi orientarti sull’eventuale costo isolamento tetto e pareti della tua casa, allora sei nel posto giusto. In questo breve articolo scoprirai i vantaggi dell’isolamento termico e i passi da fare per investire sull’isolamento termico in maniera intelligente.


Costo isolamento tetto: conviene davvero?
Costo isolamento tetto: conviene davvero?

I vantaggi dell’isolamento termico

Il corretto isolamento della casa ha uno scopo estremamente importante poiché aiuta ad intrappolare il calore che si genera all’interno della casa (dai caloriferi e dai movimenti delle persone all’interno della casa) durante i mesi freddi invernali e a mantenere il calore all’esterno durante i caldi mesi estivi. La dispersione energetica dall’involucro della casa comporta un utilizzo di impianti di raffreddamento e riscaldamento spropositato, senza ricevere in cambio un comfort termico costante e duraturo. L’isolamento termico serve proprio a ridurre tutte le dispersioni di calore dall’involucro esterno (tetto, pareti, solaio di primo calpestio, serramenti) in modo da ottenere un comfort termico in casa permanente, senza dover dipendere incessantemente dagli impianti e riducendo la spesa elettrica di oltre il 40% sul totale.

In sintesi, i vantaggi di un edificio ben isolato termicamente sono:

  • Comfort termico: ritrovare il comfort termico in casa significa essere nella condizione di non avvertire troppo freddo o troppo caldo all’interno dell’abitazione. Oltre ad essere una sensazione piacevole al corpo e alla mente, l’isolamento termico della casa favorisce un ambiente più salutare fin dal primo giorno dalla fine dell’intervento.
  • Vantaggio economico: l’isolamento termico, se fatto in maniera professionale e completa, può già da solo essere in grado di soddisfare la richiesta termica di chi abita la casa, oppure può essere affiancato all’utilizzo di impianti di condizionamento dell’aria, che in tal caso è comunque ridotto drasticamente. Ciò significa avere un risparmio economico quotidiano che in pochi anni ricompenserà la spesa iniziale.
  • Vantaggio ambientale: una casa che risparmia energia per alimentare gli impianti elettrici, riduce il consumo di gas, gasolio, legna ed energia elettrica e di conseguenza riduce le emissioni di anidride carbonica nell’aria. Ciò rende la casa sostenibile dal punto di vista ambientale.

 

Le spese iniziali dell’isolamento termico

Se i vantaggi di un intervento di isolamento termico ti hanno finalmente convinto, ma sei ancora in dubbio sulla possibilità di sostenere la spesa iniziale dell’isolamento termico, il primo passo da fare è quello di affidarti ad aziende professionali e con esperienza nel settore e chiedere loro un preventivo (chiedilo a più aziende in modo da avere un confronto sui prezzi e sui servizi offerti). La spesa iniziale dell’intervento varia in relazione al tipo di intervento e può essere recuperata sui risparmi della bolletta in pochi anni (dai 2 ai 5 anni). Inoltre, è importante ricordare che l’isolamento termico genera un aumento del valore dell’immobile poiché la classe energetica dell’abitazione viene aumentata considerevolmente.

Per ridurre al minimo le spese iniziali dell’intervento lo Stato viene in soccorso con le agevolazioni fiscali inserite nella Legge di Bilancio per gli interventi di riqualificazione energetica, fra i quali spicca quello dell’isolamento termico. Le detrazioni fiscali restituiscono fino al 50% o al 65% della spesa sostenuta, in base al tipo di intervento che viene realizzato. Le detrazioni fiscali fino al 50% sono applicate agli interventi di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione edilizia di edifici residenziali, tra cui l’intervento di isolamento termico per una spesa massima di 96.000 €.