Cosa Vedere a Venezia nel Mese di Ottobre


Venezia è una città incantevole, unica nel suo genere. Essere costruita sugli isolotti di una laguna le fornisce un fascino particolare, colori, odori, riflessi del sole introvabili in qualsiasi altra città.
Venezia è ricca di storia, basti pensare che la Serenissima era una delle quattro repubbliche marinare, la più importante. Dominatrice dell’adriatico e snodo fondamentale tra oriente e occidente. La storia e la cultura del capoluogo veneto si possono gustare visitando palazzi, chiese, piazze, fregi, ornamenti, quasi tutti perfettamente conservati nei secoli e dunque giunti a noi quasi intatti.
Venezia è splendida da essere visitata in qualsiasi stagione dell’anno. Durante il periodo di carnevale è possibile assistere al volo della colombina e ad una serie di iniziative e feste che ricalcano il periodo dei Dogi. Durante l’estate si può ammirare una Venezia assolata e presa d’assalto dai turisti. Venezia è però bellissima da visitare anche a inizio autunno, in ottobre, quando il turismo di massa è andato via, il clima non è più caldo ma concede giornate di sole splendido. E’ proprio ottobre uno dei periodi migliori per visitare la Serenissima poiché si possono prelustrare tutte le meraviglie che la città offre molto più tranquillamente rispetto all’estate. Ciò vuol dire assaporare la città in modo più autentico e profondo.





Uno dei modi per visitare al meglio la laguna è quello di affittare un appartamento a Venezia. Affittare un appartamento invece che alloggiare in un albergo consente di avere una maggiore autonomia e di risiedere in una soluzione abitativa più consona, confortevole e adatta alle proprie esigenze.

Come poc’anzi anticipato, Venezia rappresenta una sorpresa anche e forse soprattutto in ottobre, all’inizio dell’autunno. Sono molte le attrazioni e le mete irrinunciabili da visitare durante la propria vacanza.
Certamente non può mancare una passeggiata in Piazza San Marco, la piazza più grande della città, il salotto d’Europa. D’estate la piazza è caotica e piena di turisti, in autunno è estremamente più vivibile. In piazza San Marco è possibile accedere ad alcune delle attrazioni principali di Venezia. In primis il Palazzo Ducale, la residenza dei Dogi, che adesso è un museo. Visitando il palazzo si possono vedere le stanze del Doge, i luoghi di amministrazione del potere della serenissima, l’armeria, le prigioni, i magnifici cortili.
Proseguendo il tour è d’obblido una visita all’ala napoleonica, voluta da Napoleone in stile neoclassico per prendere le distanze dallo stile sfarzoso e barocco voluto dai Dogi. Vicino l’ala napoleonica è possibile visitare le Procuratie vecchie e nuove.
Ovviamente bisogna entrare nella basilica di San Marco e gustarsi i meravigliosi fregi e ornamenti, per poi salire sulla Torre dell’Orologio, una costruzione rinascimentale che da oltre cinquecento anni scandisce il tempo a Venezia.
Visitando piazza San Marco ci si potrebbe anche ritrovare in una giornata caratterizzata dall’acqua alta, che per i residenti può sembrare un rallentamento, ma è pur vero che per un turista perfino l’acqua alta può essere un’attrazione.

Venezia merita di essere visitata senza mete precise, poiché uno degli aspetti più belli della visita è quello di perdersi per gustare le attrazioni apparentemente minori, ma egualmente suggestive e affascinanti. Passeggiare lungo calli e campi senza meta, gustandosi l’atmosfera romantica di Venezia ed il riverbero del sole nei canali può essere una delle esperienze di viaggio più belle mai provate. Numerosi i ponti e ponticelli utili a passare da una sponda all’altra di un canale. Il più celebre è il Ponte dei Sospiri, vicino piazza San Marco, così denominato poiché secondo la leggenda coloro che venivano condotti in prigione, passando sul ponte, sospirassero tristemente convinti di non fare più ritorno alla vita libera.

Venezia è una città ricca di Musei che racchiudono non solo la storia della città, ma consentono di conoscere alcuni degli aspetti più rappresentativi dell’ex Repubblica Marinara. Ad esempio meritano una visita il Museo del Vetro attualmente in ristrutturazione e per questo visitabile ad un prezzo ridotto del biglietto. L’isola di Murano, infatti, che prima era un comune a sé e dal 1923 è stato annesso a Venezia, rappresenta la città più importante e famosa per la produzione e la lavorazione del vetro. Visitare il museo vuol dire accedere a tecniche, storia e produzioni effettuate dai maestri vetrai locali.
Altra attività che contraddistingue la laguna è la produzione di merletti. Sull’isola di Burano è possibile accedere al Museo del Merletto e di mattina, oltre alla visita di strumenti e produzioni, si può assistere alle merlettaie che proseguono la tradizione e offrono l’occasione di osservare dal vivo come si lavora il filato per produrre merletti.

Venezia non è solo arte, storia e architettura; è anche tradizione culinaria. Venezia è sinonimo di aperitivo, dato che è proprio in laguna che è nato lo Spritz nonché è radicata la tradizione dei tramezzini triangolari ripieni di ogni prelibatezza.
Venezia è perlò soprattutto legata a primi e secondi di pesce. Il baccalà è una specialità, al pari delle sarde in saor, dei moeche (piccoli granchi verdi), di polenta e schie.
Il fegato alla veneziana è sin dal nome un piatto tipico di Venezia.

Venezia è quindi una città meravigliosa da visitare, suggestiva, scrigno da aprire per godere degli innumerevoli tesori che custodisce. Affittare una casa vacanza a Venezia è senza dubbio il miglior punto di partenza per la vostra gita in laguna.