Cosa fare, dove mangiare e dove dormire a Monza: dall’autodromo al motel Moom


Monza è una città che a molti è nota per il suo autodromo, luogo che vede lo svolgersi di un gran numero di eventi motoristici tra cui è impossibile non citare il famoso Gran Premio d’Italia. Se vi è capitato di imbattervi in un canale televisivo che trasmetteva il Gran Premio di Formula 1 e vi siete chiesti dove potreste andare se voleste vederlo dal vivo, ebbene sì, sappiate che dovreste recarvi a Monza.

E se per caso doveste avere un po’ di tempo a disposizione potreste andarla anche a visitare, dal momento che, come ogni città che si rispetti, offre una serie di angoli di grande bellezza che non aspettano altro che di affascinare coloro che vi passano accanto, come ad esempio il Parco di Monza.

Il Parco di Monza, che peraltro ha al suo interno l’autodromo, è uno dei parchi più grandi d’Europa. A fargli valere questo titolo sono i suoi oltre 600 ettari, che rientrano a loro volta all’interno del Parco Regionale della Valle del Lambro. Questo verdissimo parco è stato cornice di alcuni concerti di artisti illustri come i Pink Floyd o i Radiohead.

Un altro punto di interesse sia artistico che culturale a Monza è rappresentato dal Duomo, edificio di grande bellezza sia interna che esterna che ospita la Cappella di Teodolinda . Il Duomo di Monza è strettamente collegato alla figura di Teodolinda, affascinante regina longobarda che nonostante il suo essere donna è riuscita ad avere accesso alla sfera politica e religiosa del suo tempo.

Se si entra nella Cappella si può vedere anche la Corona Ferrea, preziosa opera di manifattura ostrogota e carolingia utilizzata per incoronare gli imperatori del Sacro Romano Impero.

Oltre alle attrazioni turistiche, Monza non si fa mancare nemmeno l’intrattenimento, infatti offre continuamente una serie di eventi interessanti a cui chiunque può partecipare. Fino ai primi di luglio, ad esempio, è possibile visitare una mostra dedicata alle fotografie di Doisneau intitolata “Le merveileux quotidien”. All’interno della mostra, che si tiene all’Arengario nel cuore della città, sono esposte 50 fotografie che immergono il pubblico nella quotidianità di Parigi.

Concludiamo questa carrellata di spunti sulla città di Monza consigliando un posto in cui deliziare il proprio palato e una struttura in cui pernottare nel pieno del relax – perché quando si viaggia anche questi dettagli – si sa – hanno la loro importanza.

Un posto in cui vale la pena di mangiare è il ristorante Bacco e Tabacco, in cui il personale è competente e disponibile a dare suggerimenti su vini, piatti e abbinamenti. Consigliato a chi ama la cucina tradizionale e piatti a base di carne.

Per coronare una giornata alla scoperta di Monza e una cena con i fiocchi un’ottima soluzione per la notte è rappresentata da Moom, motel vicino a Monza che mette a disposizione una gran quantità di camere e suite in un contesto tranquillo e riservato.

Articolo a cura di Sara Mazzucato

Prima Posizione Srl