Corvo: vino siciliano classico e visionario

Apripista di un nuovo modo di intendere l’enologia siciliana, il vino Corvo dirompe nel settore vinicolo rivelando doti di delicatezza e raffinatezza, tanto acclamate tra le etichette d’oltralpe. Erano queste le intenzioni di Giuseppe Alliata, Duca di Salaparuta, cultore e appassionato di vino con i mezzi a disposizione per coronare il suo sogno: creare un vino ‘alla francese’ come non ne esistevano all’epoca in Sicilia.

Tra i tratti innovativi che delineano l’essenza del vino Corvo, si rintraccia la sua inconfondibile identità siciliana, ed è questo che lo rende unico. A sentori insoliti e sorprendenti si amalgamano sensazioni che esprimono appieno il suo carattere siciliano.

Corvo: vino siciliano classico e visionario
Corvo: vino siciliano classico e visionario

La ricercatezza del vino Corvo è frutto di intuizione e mezzi all’avanguardia che hanno permesso di sperimentare tecniche nuove e di affinare la qualità del vino fino a raggiungere standard qualitativi impeccabili. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’assoluta centralità attribuita al lavoro umano, in vigna e in cantina. La ricerca sperimentale si avvale da sempre della conoscenza di agronomi qualificati che, con competenze e sensibilità, avvalorano i dati restituiti dai macchinari tecnologici impiegati in ogni fase produttiva.

Nelle vigne, la salute delle piante e dei terreni è costantemente monitorata  cosicché, in caso di anomalie, l’intervento puntuale dell’uomo è possibile e indispensabile. In fase di raccolta, le uve sono subito sottoposte a raffreddamento, in modo da impedire fermentazioni spontanee e ossidazioni naturali che ne alterino le qualità innate. In questo modo, i profumi e gli aromi naturali dei frutti si riversano nei vini Corvo esaltati dalla sapiente lavorazione.

Una volta superati i rigidi criteri di selezione, le uve che soddisfano il parere insostituibile degli esperti vignaioli giungono in cantina dove continuano ad essere sottoposte al controllo costante della temperatura, in maniera tale da eludere qualsiasi criticità che possa minare il loro profilo organolettico. Ogni vitigno deve restituire al vino Corvo le sue rinomate virtù.

Le suggestive cantine Corvo ospitano macchinari avanzati impiegati nelle fasi di pressatura, macerazione, maturazione e affinamento: tutto è automatizzato con sistemi informatici che garantiscono un monitoraggio approfondito e costante.

È questa vincente filosofia di produzione che concretizza la visione lungimirante del Duca di Salaparuta fino a consentire unaproduzione esemplare di vini siciliani: il vino Corvo è emblema della capacità dei produttori di dare forma alla loro intuizione.

Il successo acclamato dei vini Corvo in Italia come all’estero è conseguenza dell’estrema cura nel concretizzare un modo tutto nuovo di intendere la produzione di vino siciliano. La dirompente produzione di vino Corvo, avviata nel 1824, dopo solo qualche decennio sfiora le centomila bottiglie da esportazione.

Dal piccolo comune di Casteldaccia fino in America e Australia, il nome della cantina Corvo diventa famoso tra esperti e appassionati di tutto il mondo che rimangono colpiti dalla sua straordinaria qualità.

Gli eredi del duca accolgono con favore la passione e le competenze tramandate, consapevoli che per portare avanti il successo di famiglia bisognasse sposare la stessa filosofia produttiva. Ed è questa che ha consentito un avanzamento costante, sia in termini di numeri che, soprattutto, di qualità innovativa.

Il vino Corvo è un classico che non tramonta mai, anzi, continua a innovare oggi come allora esprimendo le sue doti tramite un’essenza in continua evoluzione che non tradisce le aspettative.

Grazie alle sue performance sensoriali, alla sua storia esemplare e alla sua capacità di innovarsi sempre, che il vino Corvo entra di diritto nel catalogo di proposte della nostra enoteca online: su Enoteca d’Autore.it ci sarà sempre un posto d’onore per etichette meritevoli di essere raccontate.