Cori: morosi incolpevoli, contributi per gli inquilini che non possono pagare l’affitto


I fondi servono a far fronte ad una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canne locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.
Il Comune di Cori ha pubblicato il bando per l’attribuzione di contributi ai cittadini che risultano essere inquilini morosi incolpevoli. Secondo quanto dispone la legge, per morosità incolpevole si intende una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.
La misura è finalizzata, laddove possibile, a sanare il ritardato pagamento, a differire l’esecuzione del provvedimento di sfratto, ad assicurare il versamento di un deposito cauzionale oppure un di adeguato numero di mensilità relative al contratto di locazione. Il richiedente deve possedere i requisiti necessari specificati nel bando, dove sono elencati anche i criteri preferenziali.
Il bando è consultabile sull’Albo Pretorio del sito istituzionale del Comune di Cori, sulla pagina Facebook dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Culturali oppure in sede presso i Servizi Sociali, dove dovranno essere consegnati i moduli di domanda di partecipazione, compilati e completi degli allegati indicati; sottoscritti sia dall’inquilino che dal proprietario, ognuno per le dichiarazioni di competenza.
L’entità del contributo varia, a seconda dei casi. Tre i massimali previsti: 6.000, 8.000, 12.000 euro. Le somme spettanti verranno erogate unicamente al proprietario dell’alloggio e fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione del Comune di Cori dalla Regione Lazio. Sarà il Comune ad individuare gli inquilini morosi incolpevoli in possesso dei requisiti per accedere ai contributi.
Marco Castaldi
Addetto Stampa & OLMR