Cori, 26-27-28 Febbraio: il ConDominio dell’Arte presenta ‘Anonimo Veneziano’


Il ConDominio dell’Arte di Cori e Giulianello torna nel fine settimana con un nuovo ed imperdibile spettacolo teatrale. Venerdì 26 (ore 21), sabato 27 (ore 21) e domenica 28 Febbraio (ore 17:30), presso il Teatro Comunale di Cori, debutta ‘Anonimo Veneziano’, con la regia di Tito Vittori.

‘Anonimo Veneziano’ era in origine una sceneggiatura cinematografica, scritta da Giuseppe Berto, per un film di grande successo diretto da Enrico Maria Salerno, con Florinda Bolkan e Tony Musante. Fu uno dei più grandi incassi al botteghino nella stagione 1971-1972. La sua stupenda colonna sonora fu raccolta in un LP (come si chiamavano negli anni ‘70 i dischi a 33 giri) e in un 45 giri, cantato da Massimo Ranieri, anche questo in testa alla hit-parade dell’epoca per parecchie settimane.

La vicenda personale dei due protagonisti si intreccia indissolubilmente con un periodo ben preciso della storia italiana, e questo legame diventa essenziale per lo svolgimento degli avvenimenti. Il riferimento principale è alla legge Fortuna-Baslini che, nel 1970, introduceva in Italia la possibilità del divorzio. Proprio in questi giorni, come allora, si discute animatamente e spesso senza una reale cognizione di causa, su questioni fondamentali in una società civile moderna, che coinvolge sfere pubbliche e private: ricordarsi di quello che è successo in Italia in quegli anni non può che aiutare a riflettere meglio.

ANONIMO VENEZIANO LOCANDINA

Ma ‘Anonimo Veneziano’ è soprattutto una grande storia d’amore, di quelle di una volta: nell’arco di una giornata, davanti ai nostri occhi si svolge un rapporto durato anni che però, nel bene e nel male, tra lacerazioni profonde e passioni infinite, non si è ancora esaurito. Il tutto nella cornice della città più romantica del mondo: Venezia.

Manuela Palmas e Antonio De Franceschi interpretano i due omonimi Lei e Lui, che si rivedono dopo 8 anni. Lei fuggita dalla relazione e stabilitasi a Milano, lui rimasto a Venezia. Dopo 8 anni senza alcun contatto (lei lo ha cercato ma lui non ha mai risposto) improvvisamente lui si rifà vivo e le chiede di rivedersi. È una mattina di Novembre, e alla stazione di Venezia, dopo 8 anni, i due finalmente si incontrano e … Per informazioni: 328 01 73 431 e 333 47 77 157.